Zaffini: 'Le chiese del centro storico sono a rischio sicurezza'

roberto zaffini 2' di lettura Fano 16/06/2011 -

Sappiano i fanesi custodire ciò che la pietà antica ha eretto con amore! Le chiese di Fano, soprattutto quelle del centro storico, sono tutte a rischio sicurezza. Ormai non si contano più gli atti vandalici e di scasso che hanno subito in questi ultimi tempi.



Questi sono atti che non fanno clamore ma che ora vanno denunciati e resi noti ai nostri cittadini affinchè ogni fanese si renda responsabile e attento verso i nostri beni. Un vero record spetta, cosa da non credere, alla Chiesa di San Silvestro, sita in Piazza XX settembre, quindi nel centro del centro di Fano. Questa chiesetta ha patito innumerevoli atti di scasso alla teca delle offerte che ormai si preferisce non chiudere più, le candele luminose devono essere continuamente sostituite ogni volta che i delinquenti rovesciano la custodia per prelevare gli spiccioli che contiene. Addirittura è stata scippata due volte la tovaglia dell’altare e per ben 14 volte la tendina del confessionale, chissà forse per farne degli hijab islamici o fazzoletti rom? Il retro dell’altare è stato usato anche per usi fisiologici, così come testimoniatomi, con la presenza di abbondanti feci che oltraggiano un luogo sacro. Le chiese del centro storico che non hanno in sede un sacerdote, S. Pirusquin, S. Tommaso, il Suffragio, S. Antonio (che ora è stata concessa agli ortodossi che almeno ne garantiranno un orario di apertura pomeridiano), ma anche la Cattedrale stessa e S. Maria Nova, quando il parrocoo o i frati si assentano per impegni, sono chiuse proprio per motivi di tutela e sicurezza.

Questo è un grave danno per una città turistica come Fano, perchè oltre al valore religioso sono un bene di tutti e custodiscono opere pregevoli che meritano di essere rese visibili soprattutto in estate. Non vorremmo poi che i delinquenti che compiono questi scassi che fruttano si è no l’acquisto di un pacchetto di sigarette siano gli stessi che sono osptitati nelle mense e nei dormitori religiosi di S. Paterniano, Sacra Famiglia o Don Orione, dove si ospita chiunque senza chiedere nessun documento d’identità. Quindi forse in questo caso non ronde ma se ci fossero due ragazzotti alti come armadi che durante il rosario presidiassero S. Silvestro sicuramente delle anime ne sarebbero riconoscenti. E sul fattore sicurezza che per Aguzzi ed altri nostri politici sembra non essere un problema, diciamo che se non ci sono tanti fatti incresciosi a Fano è solo perchè la nostra gente si è barricata in casa ed evita accuratamente le zone e gli orari più a rischio, e questo và a discsapito di una fetta di libertà che fino a pochi anni fà avevamo.


da Roberto Zaffini
Consigliere Regionale Fratelli d'Italia-AN





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2011 alle 16:24 sul giornale del 17 giugno 2011 - 400 letture

In questo articolo si parla di chiesa, sicurezza, politica, lega nord, roberto zaffini, Consigliere Regionale Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mbb





logoEV