Radicali: 'Si alle rinnovabili, no alle colline d'acciaio'

radicali marche 1' di lettura Fano 16/06/2011 -

Dichiarazione di Matteo Mainardi, Presidente Radicali Marche.



Malcontento e non solo. Soprattutto danni ai beni ed al paesaggio. Ecco cosa provoca l’istallazione dell'impianto fotovoltaico sulle colline di Cuccurano. Alberi espiantati, canali di scolo divelti. Se il fotovoltaico è una risorsa auspicata ed ecologicamente sostenibile, diventano insostenibili progetti di impianti come quello che renderà luccicanti le colline di Cuccurano. La mancanza di canali di scolo e di piante hanno già portato all'allagamento delle strade e la vera preoccupazione arriverà d'inverno con le precipitazioni più forti.

Il problema coinvolge ormai tutte le province marchigiane ed è questo il momento in cui il Governo regionale deve prendere, seppur già con ritardo, seri provvedimenti e deve assicurare la regolamentazione di questi impianti. Cosa metterà in Presidente Spacca nel prossimo spot della Regione Marche? Una serie infinita di specchi o delle colline verdeggianti?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2011 alle 16:29 sul giornale del 17 giugno 2011 - 376 letture

In questo articolo si parla di politica, impianto fotovoltaico, cuccurano, Radicali Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mbi





logoEV