Acqua, proposta di modifica dello Statuto comunale

Bene Comune Fano 16/06/2011 -

I consiglieri di minoranza presentano una proposta di modifica dello Statuto Comunale.



I sottoscritti consiglieri comunali, ai sensi dell’art. 100 dello Statuto Comunale,

PREMESSO

che il recente referendum ha consentito di verificare che la grande maggioranza del popolo italiano è contraria alla privatizzazione dell’acqua e vuole che la sua gestione sia totalmente pubblica;

che anche a Fano questa volontà è stata espressa in maniera chiarissima ed estremamente ampia;

che dunque è importante che questo principio di democrazia venga recepito nello Statuto del Comune di Fano;

propongono la modifica dello stesso così come di seguito specificato:

Art. 80 – Scalare in avanti i 4 commi attuali ed inserire all’inizio il seguente comma: 1. Il Comune riconosce il Diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile, e lo status dell’acqua come bene comune pubblico. Pertanto il servizio idrico integrato è un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2011 alle 18:20 sul giornale del 17 giugno 2011 - 380 letture

In questo articolo si parla di referendum, fano, politica, acqua, bene comune, luciano benini, lista bene comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mci





logoEV