Saltara: mostra DisUguali. Donne, diritti, violenza negli anni zero

liberamente Fano 13/06/2011 -

L’associazione LiberaMente di Villanova propone un nuovo appuntamento con DisUguali. Donne, diritti, violenza.



Questa volta, attraverso le opere di illustratori professionisti, viene raccontato il cammino dei diritti delle donne partendo da quell’essere cittadini con pari dignità sociale e eguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, scolpito nell’art. 3 della nostra Costituzione, che chiude sul compito che ha lo Stato italiano di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’eguaglianza impedendo lo sviluppo della persona e la partecipazione di tutti – e tutte – all’organizzazione politica, economica e sociale del nostro paese.

Il cambiamento dei costumi, la dignità di etiche differenti, orizzonti culturali nuovi, hanno portato ad abrogare vecchie leggi e ne hanno favorito di nuove, più eque, che aiutassero a eliminare quello scarto che la cultura patriarcale aveva creato con secoli di potere. Ma poiché le leggi non bastano per modificare le mentalità, è compito di ciascuno essere portatore di un seme nuovo di uguaglianza nel rispetto della differenza, differenza di genere che è ricchezza per il genere umano. Il vernissage dell’esposizione DisUguali.

Donne, diritti, violenza negli anni zero, è presso l'ex Chiesa della Fonte, nel centro storico di Saltara, venerdì 17 giugno, alle ore 19 insieme agli illustratori che hanno dato vita a queste visioni, per parole e illustrazioni, delle condizioni di disparità di genere.

La mostra è curata da Agnes Hecz. Le opere esposte sono di Alberto Angelucci, Marta Anderle, Cinzia Battistel, Simona Bursi, Mara Cerri, Flavia De Carli, Noemi Gambini, Rebecca Lisotta, Claudia Muratori, Sara Ninfali, Barbara Orciari, Emanuela Orciari, Nadia Pacino, Mirka Perseghetti, Maria Pipoli, Serena Riglietti, Alessandra Roberti, Agnese Tomasetti, Assunta Toti Buratti, Luisa Zancanella. DisUguali è organizzato dall’associazione culturale LiberaMente di Villanova di Montemaggiore con il contributo economico dell’Assemblea Legislativa delle Marche, dei Comuni di Barchi, Orciano, Isola del Piano, Fermignano, Saltara, Montemaggiore, San Giorgio, dell’Ambito sociale di Fano, CISL scuola Pesaro, CGIL Pesaro, Coop. Sociale Labirinto. Sponsor principale la Cassa di Risparmio di Fano.

Per informazioni: http://www.associazione-liberamente.it
In facebook: DisUguali. Donne Diritti Violenza



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2011 alle 10:42 sul giornale del 14 giugno 2011 - 504 letture

In questo articolo si parla di cultura, saltara, associazione LiberaMente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lZx