Con Matteo Ricci cresce la provincia nazionale

matteo ricci| Fano 11/06/2011 -

Da mesi viene chiamato in tutta Italia a parlare del Piano strategico della Provincia di Pesaro e Urbino. Dopo gli interventi alla conferenza nazionale dell’Istat, all’Università “La Sapienza” di Roma e dopo il successo del “Festival della felicità” (che ha accreditato la Provincia di Pesaro e Urbino nel territorio nazionale come amministrazione di grande visione strategica), il presidente Matteo Ricci è entrato a far parte del consiglio direttivo di Upi-Tecla, associazione con sede a Roma che rappresenta lo strumento operativo delle Province per progetti e finanziamenti europei. 



La nomina di Ricci, avvenuta su proposta dei presidenti di Tecla Andrea Pieroni e dell’Upi (Unione delle Province d’Italia) Giuseppe Castiglione, consentirà al territorio provinciale di avere qualche opportunità in più nel cogliere le informazioni e le possibilità offerte dall’Unione Europea.

Il riconoscimento, formalizzato ieri a Roma, segue di pochi giorni la partecipazione di Matteo Ricci, come relatore, ai lavori dell’Osservatorio Plef (Placet Life Economy Foundation) sull’economia sostenibile, svoltisi all’Università “Bicocca” di Milano, in cui il presidente della Provincia ha parlato di “Superamento del Pil ed integrazione col nuovo indice del benessere equo sostenibile – Bes”, tema che è stato al centro del “Festival della felicità” di Pesaro.

Del resto, Ricci ha sempre considerato fondamentale una visibilità nazionale della Provincia per aumentare la competitività del territorio, sia per quanto riguarda le infrastrutture che per lo sviluppo economico ed il turismo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2011 alle 12:21 sul giornale del 13 giugno 2011 - 1006 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino, pesaro news


E si può fare un qualcosina per far tornare il sorriso sulle labbra degli iscritti al PD di Fano, totalmente sparito (il sorriso) dopo la notizia della "vendita" delle loro sedi?
Come sarebbe a dire "fai sgarus"!




logoEV