Referendum, Ricci: 'Tutti al voto per la democrazia e il nostro futuro'

matteo ricci Fano 09/06/2011 -

L’appello del presidente della Provincia di Pesaro e Urbino.



Ha messo a disposizione tutti gli spazi della Provincia, reali e virtuali, per informare i cittadini sui contenuti dei quesiti del referendum. Dall’Urp ai Centri per l’Impiego, passando per i siti web dell’Ente e i banchetti al festival della felicità. Un’opportunità data a tutti i comitati per il sì e per il no, indistintamente, perchè "sul tema si è registrato un oscuramento mediatico scandaloso".

A poche ore dall’apertura delle urne, il presidente Matteo Ricci torna su quella che ha definito "una battaglia necessaria per la stessa esistenza della democrazia". E lancia l’appello: "Abbiamo voluto garantire e tutelare il diritto all’informazione. Visto che del referendum del 12 e 13 giugno, nei mesi scorsi, non si è quasi mai parlato all’interno dell’agenda mediatica del Paese. E anche il presidente della Repubblica giustamente lo ha evidenziato". Non solo: "Non è una questione politica – continua il presidente della Provincia -. Nessuno deve metterci una bandiera sopra, perché i quesiti appartengono a tutti gli elettori e interrogano su questioni fondamentali per il futuro dei territori. Non è un voto né di centrodestra né di centrosinistra". Non si sottrae alla chiarezza: su nucleare, acqua e giustizia Matteo Ricci si esprimerà in modo convinto con 4 sì. "Questa è la mia opinione – conclude -. Ognuno ovviamente ha le sue convinzioni ma è necessario, in primis, andare a votare. Magari anche rinunciando a mezz’ora di mare, perché si tratta di esercitare un diritto inderogabile. Ed è in gioco il nostro futuro…".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2011 alle 11:18 sul giornale del 10 giugno 2011 - 1436 letture

In questo articolo si parla di attualità, referendum, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lPH


Presidente,
questa volta sono perfettamente daccordo con Lei. A votare, quindi.
Anche perchè, oltre alla minerale, se li lasciamo fare, potrebbero finire per privatizzarci anche l'acqua santa!




logoEV