Presentata la 'nuova' Fiera Mercato dell'Antiquariato

Presentata la Fiera Mercato dell'Antiquariato Fano 09/06/2011 -

Un nuovo look, nuovi espositori (oltre 100 in totale), maggiori risorse economiche investite, il ritorno all’antica formula dei due giorni: la Fiera Mercato dell’Antiquariato è pronta a tornare agli antichi splendori e a riconquistarsi il posto che le spetta tra le più importanti fiere di settore.



Sarà l’assessore alle Attività Economiche, Alberto Santorelli, il quale ha creduto fortemente nel rinnovamento della Fiera ad inaugurarla, insieme al sindaco Stefano Aguzzi, sabato 11 giugno 2011 (ore 11), davanti a Palazzo San Michele, a pochi passi dall’Arco d’Augusto, in sottofondo, la musica della Banda Città di Fano. L’evento è stato annunciato questa mattina in conferenza stampa dall’assessore Santorelli, al suo fianco, al tavolo dei relatori la dirigente dell’ufficio Commercio, Grazia Mosciatti, Walter Gasparri, tecnico dell’Ufficio Commercio, Giuliano Antinori di A& G Associati e Silvao Straccini, consulente della Fiera Mercato dell’Antiquariato. A partire da sabato la fiera tornerà all’ antica formula dei due giorni andando in scena la seconda domenica del mese ed il sabato precedente, in una location tutta nuova e decisamente suggestiva. Il percorso riservato agli espositori si snoderà infatti nel cuore del centro storico, partendo da via Arco d’Augusto fino alle mura romane che avvolgono i giardini del Pincio. Altra importante novità per questa nuova edizione riguarderà l’illuminazione ad hoc che verrà istallata e che permetterà agli antiquari di esporre i propri cimeli in notturna, fino alle 22,30 per tutta l’estate.

“Articoli di valore che raccontano la storia, che rendono omaggio alla bellezza e alle capacità degli artigiani che quel determinato prodotto lo hanno realizzato lavorandolo a mano palmo dopo palmo –dice l’assessore alle Attività economiche di Fano, Alberto Santorelli- sono un patrimonio che rendono più ricca anche la nostra città e che merita di essere valorizzato. Ecco perché abbiamo voluto dare ancor più importanza a questo evento scegliendo il luogo più suggestivo della città per ospitarlo e potenziandolo sia nei giorni sia nelle attrezzature, nonché nella promozione partita diversi mesi fa. L’attività promozionale, volta alla ricerca di nuovi espositori qualificati per la Fiera mercato dell’Antiquariato, si è svolta durante le più importanti fiere di settore come Arezzo e Gambettola. Per la prima volta abbiamo contattato direttamente gli espositori presentando loro la “nuova “ Fiera ed abbiamo raccolto grandissimi consensi: stiamo costruendo un archivio composto da circa 500 nuovi contatti ai quali sarà inviata puntualmente la newsletter dell’evento contenente gli aggiornamenti”. Durante la Fiera, turisti ed espositori avranno l’opportunità di visitare i principali musei e monumenti cittadini come la Corte Malatestiana, la Chiesa di San Pietro in Valle, il Bastione Sangallo e naturalmente uno degli eventi dell’anno: la mostra allestita nella Pinacoteca e dedicata al Guercino dal titolo “Guercino a Fano, tra presenza e assenza”, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Una rassegna delle opere che l’artista Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino (Cento 1591 – Bologna 1666), realizzò a Fano su commissione delle famiglie nobili della città. In particolare, le pale d’altare “Lo sposalizio della Vergine”, “Angelo Custode” e “San Giovanni Battista alla fonte”, opera quest’ultima tornata per la prima volta a Fano dal lontano 1797, quando fu sottratta dalle truppe napoleoniche per essere poi, dopo varie vicende, ospitata nel Museo “Fabre” di Montpellier (Francia). Nei giorni della Fiera la Pinacoteca osserverà orari di apertura straordinari: sabato dalle 18 alle 22 e domenica dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15 alle 22 per consentire ai visitatori di godere della splendida mostra inaugurata nel mese di maggio Infine i visitatori potranno usufruire di interessanti pacchetti turistici “messi in piedi” dall’Amministrazione comunale con l’importante contributo di Alberghi Consorziati e di menù speciali ideati dalle associazioni di categoria, Confesercenti e Confcommercio insieme ai ristoratori fanesi. “Nei giorni dell’evento- conclude Santorelli grazie all’apertura di negozi, bar e ristoranti Fano sarà particolarmente accogliente per i turisti e gli espositori provenienti da tutta Italia che saranno affascinati dai numerosi “tesori” naturali ed architettonici. La Fiera è un’occasione turistica imperdibile e vogliamo sfruttare questa occasione per promuovere il più possibile la città”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2011 alle 19:09 sul giornale del 10 giugno 2011 - 1617 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, Alberto Santorelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lSu


Scusate, ma c'è qualche cosa che si stenta a capire: festeggiano "per il ritorno" sulla "location" storica anche chi aveva ideato a suo tempo il contestato e forzoso trasfrimento?
Oh, Signor!