Maltempo, Pd: 'Il collettore fognario di via Pisacane è un'esigenza indifferibile'

Partito Democratico Fano 07/06/2011 -

E’ sicuro che il nubifragio abbattutosi su Fano è un evento stagionale eccezionale che avrebbe messo a dura prova qualsiasi tipo di sistema fognario e preoccupato qualsiasi amministrazione, indipendentemente dal colore politico; ma oggi occorre porre una seria attenzione all’appello, che anche io ho registrato, da parte degli abitanti di Via Pisacane per risolvere definitivamente il problema e procedere alla realizzazione del nuovo collettore fognario secondo gli ultimi atti approvati dalla Giunta in collaborazione con ASET Holding.



Molti residenti hanno ormai verificato come dal 2004 ad oggi siano frequenti gli allagamenti della SS 16 nel tratto urbano tra Via del Bersaglio fino al ex-Mulino Albani. Hanno anche messo in campo attenzioni particolari affinché non si possa ripetere ciò che è avvenuto negli anni scorsi (garage allagati e macchine sommerse d’acqua) ed ormai sono abituati a questa situazione, ma questo non vuol dire che non si debba procedere rapidamente ad un progetto definitivo per il nuovo collettore fognario.

Sin dal 2004 l’Amministrazione comunale di centrodestra aveva avviato le pratiche per un progetto che risolvesse il problema in questa parte di città, salvo poi accorgersi proprio all’inizio del 2011 che il progetto era tutto da rifare. Non solo si era sbagliato il progetto, ma l’Amministrazione ha dovuto (giustamente) liquidare l’incarico di esecuzione preliminare e definitiva per un progetto che mai vedrà la luce, dimostrando: primo che si è soltanto perso molto tempo e sprecato soldi senza risolvere il problema nonostante annunci demagogici negli anni scorsi, secondo una scarsa attenzione ad una parte di città da troppo tempo in sofferenza per lo stesso problema.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2011 alle 15:30 sul giornale del 08 giugno 2011 - 1701 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, maltempo, partito democratico, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lKd


Commento modificato il 07 giugno 2011

Cari Compagni,
le acque chiare vadano pure direttamente in mare ma per le altre (le nere... e le grige) gli esperti dicono che è al depuratore che debbono passare.
E per le nuove concessioni c'è l'obbligo del "doppio scarico"?

E' tempo - come altre città hanno realizzato - di affidare ad esperti la soluzione dell'nsieme del problema, diversamente avremo d'estate gli scolmatori che, quando piove, spesso portano a mare non solo le chiare (come provano i divieti di balneazione) e nelle altre stagioni... beh, abbiamo visto anche ieri, no?
Eccezionale la pioggia, certamente, ma anche i disagi...