Mascarin: 'Il vento è cambiato e va a sinistra'

Samuele Mascarin Fano 01/06/2011 -

Ha vinto un’Italia bella e pulita. È questo il responso delle urne, è questo quello che i cittadini hanno decretato in queste elezioni comunali e provinciali. Da Milano a Cagliari (roccaforti del centrodestra), da Trieste a Napoli, il vento è cambiato.



E’ finito, travolto dall’entusiasmo delle piazze in festa di Milano e di altre centinaia di città, un lungo ciclo politico durato quasi vent’anni. E’ stata sconfitta la politica dei lifting e del cerone, della volgarità e della becera arroganza, dei nani, delle ballerine e delle escort. In questo senso la vittoria di Pisapia a Milano è davvero storica - anche dal punto di vista simbolico - e non può non colpire ed emozionare oltre a quella milanese tutta la sinistra italiana, per tanto, troppo tempo abituata il giorno dopo le elezioni a commentare con sconforto sconfitte preannunciate.

Come ha osservato Curzio Maltese con la vittoria di Pisapia “finisce la sinistra che imita la destra, il riformismo inteso come ultramoderatismo, la rincorsa disperata al centro. Finisce la teoria dei candidati perfetti ma per perdere. Finisce anche l’insensata guerra dei vent’anni tra professionisti della politica e società civile: Pisapia incarna la sintesi, grande avvocato e uomo di partito da sempre. Tanti luoghi comuni, questi sì, da rottamare” Oggi è giusto festeggiare ma da domani bisogna iniziare a rimboccarsi le maniche e a preparare l’alternativa a quel berlusconismo agonizzante che in questi anni ha avvelenato la vita civile e politica del nostro Paese.

E per farlo l’appuntamento referendario del 12 e 13 giugno è un’ulteriore, ottima occasione perché un sì contro la privatizzazione della giustizia, contro la privatizzazione dell’acqua, contro la privatizzazione del territorio con la nuclearizzazione… è un modo molto efficace per ribaltare l’idea berlusconiana di una società fatta a misura di fiction, un format da vendere al miglior acquirente. A Milano, a Napoli, a Cagliari il vento è cambiato, finalmente. Sarebbe ora che cambiasse anche a Fano. E’ possibile, senza alchimie e astruse geometrie. Come a Milano, a Napoli, a Cagliari.


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2011 alle 18:21 sul giornale del 03 giugno 2011 - 499 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, samuele mascarin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lx3