Premiati i vincitori del concorso, promosso da Confindustria, sul valore della squadra

confindustria generico Fano 31/05/2011 -

Cerimonia di premiazione a Palazzo Ciacchi dei vincitori del concorso “Dal valore del singolo alla squadra di valore”, lanciato nei mesi di ottobre e novembre dell’anno scorso, in occasione di ‘Orientagiovani 2010’, da Confindustria Pesaro Urbino e sostenuto dalla Provincia, dall’Università degli studi di Urbino e dall’Ufficio Scolastico. Vi hanno partecipato gli studenti delle scuole medie inferiori, delle scuole medie superiori e dell’Università degli Studi di Urbino.



Ad aprire i lavori Federico Ferrini, presidente dei Giovani Imprenditori, ed Elisa Giorgi, referente del progetto, che hanno rivolto un saluto ai partecipanti e un ringraziamento a tutti coloro che hanno assicurato il loro contributo per il successo dell’iniziativa.

Salvatore Giordano, direttore generale di Confindustria Pesaro Urbino, ha ricordato che “una squadra ha una vision condivisa, che non può prescindere dal rispetto e da un clima di serenità che devono regnare tra i suoi membri nel confronto utile per affrontare, con velocità, come lo richiedono i tempi attuali, i vari cambiamenti strategici”.

Carla Sagretti, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, ha indirizzato l’attenzione del giovane pubblico sull’importanza che riveste l’orientamento perché significa “costruire il proprio progetto di futuro”. Dello stesso parere anche Matteo Ricci, presidente della Provincia, che ha sottolineato come “il gioco di squadra comporta, oltre a saper condividere con altri vittorie e sconfitte, anche capacità di innovare, di guardare sempre avanti”. “Non bisogna dimenticare però lo spirito di collaborazione e di sacrificio, lo stare bene insieme e l’allegria, di cui una squadra ha necessità per crescere” hanno sostenuto Giancarlo Sorbini, presidente, Paolo Tofoli, allenatore della Scavolini Volley, Franco del Moro, presidente della Scavolini Siviglia, Francesco Fabbri, presidente dei Ranocchi Angels.

Prime classificate per la ‘scuola secondaria di primo grado’ le classi terze dell’Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II di S.Angelo in Lizzola-Montecchio, che hanno realizzato, con la supervisione della prof. Federica Di Gaetano, un filmato sul tema così articolato:“ La tua età è caratterizzata dalla vita in gruppo. Non sempre, però, il gruppo ti fa sentire valorizzato, soprattutto quando in esso perdi la tua individualità e non riesci a sviluppare pienamente la tua personalità. Lavorare in squadra, invece, ti dà la possibilità di far emergere il tuo valore e le tue doti. Spiega, a partire dalla tua esperienza in che modo e grazie a quali strategie la squadra diventa vincente”.

Per la ‘scuola superiore di secondo grado’, il primo premio pari merito è andato alla classe 3C Ragioneria del Liceo Classico Raffaello di Urbino, guidata dalla prof.ssa Cristina Zanca che ha dato vita ad un percorso di riflessione sui valori fondanti la squadra culminante nella presentazione della “propria squadra” tramite un puzzle.

L’altro meritato ex aequo lo si è aggiudicato la classe IA dell’Istituto Agrario Cecchi di Pesaro, seguita dal prof. Marco De Carolis, che nel cortometraggio dal titolo “l’estrazione” si è soffermata sulla tendenza sempre più diffusa all’individualità che porta le persone ad una ricerca del successo a tutti i costi.

Ed infine un primo premio è stato consegnato a Selenia Cini, Elia Diotallevi, Laura Mattioli, Giulia Moschini, Nicola Santilli dell’Università degli Studi di Urbino, accompagnati dal prof. Antonio Rizzuto, che, nel loro progetto “Le matricole vanno al cinema e in palestra”, hanno messo in evidenza le modalità di lavoro e le proposte per aumentare il senso di squadra.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2011 alle 17:27 sul giornale del 01 giugno 2011 - 596 letture

In questo articolo si parla di attualità, confindustria, pesaro urbino, confindustria pesaro urbino, Orientagiovani 2010

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/luT





logoEV