Ciclo 'Lei Legge', Federica Bernardini presenta 'Un paese da vendere'

libro Fano 26/04/2011 -

L'imprenditrice Federica Bernardini, autrice del libro Un paese da vendere (ed. Terre Sommerse), sarà protagonista di uno degli appuntamenti del ciclo “Lei Legge”, giovedì 28 aprile a Fano (Marche – PU).



L'incontro si svolgerà alla sede del Centro Documentazione delle Donne (via Vitruvio). Il ciclo è organizzato dall’Assessore alle pari opportunità Maria Antonia Cucuzza e curato da Pietro Conversano. Inizio alle 18. Ingresso libero.

L'appuntamento dedicato a Federica Bernardini permetterà al pubblico di ascoltare, dalla voce di Maria Flora Gianmariola e Carla Fucci (attrici della compagnia “La Bugia” di Fano), una selezione da moltissimi dei testi editi dell'autrice marchigiana. Sarà cioè un excursus comprensivo di poesia, narrativa (romanzo e racconti), testi teatrali e favole, selezionati da Pietro Conversano e raccolti con un fil rouge di senso. Attore e regista formatosi con Orazio Costa e poi perfezionatosi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, Pietro Conversano ha lavorato per moltissimi anni con Il Teatro del Carretto di Lucca. È docente e direttore di centri culturali e di formazione in diverse città italiane. Come drammaturgo è autore di ExOedipo (rivisitazione del mito di Edipo); Cesare e Bruto; Francesco povero. Nascita vita e morte di Francesco d’Assisi (scritto in lingua jacoponica).

Originaria di quella Castelplanio (AN) in cui è ambientato il suo ultimo romanzo Un paese da vendere (ed. Terre Sommerse) che ha già venduto oltre 7 mila copie, Federica Bernardini è imprenditrice della Esinplast (azienda leader nella progettazione, realizzazione stampi e nello stampaggio di materiali termoplastici con sede a Monsano). Da anni è inoltre operatrice culturale in particolare in campo teatrale, sia con la Compagnia “Teatroluce” di Jesi da lei fondata, sia in veste di Presidente per la Regione Marche della F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori). Ha prodotto il film “Non c’è più niente da fare” per la regia di Emanuele Barresi. È inoltre attrice e autrice di testi teatrali e fondatrice dell'Associazione Italiana Carlo Urbani. Ha pubblicato quattro sillogi poetiche e una raccolta di fiabe. Ha partecipato a concorsi letterari sia di poesia che di narrativa, ottenendo diversi successi tra cui premi, riconoscimenti e qualificate recensioni.

In particolare, per la raccolta di racconti La donna che voleva volare (Ibiscos), ha vinto il premio narrativa - 7° concorso internazionale "Autori per l'Europa" 2010, al quale partecipavano quasi mille concorrenti. Molto apprezzato in questi mesi il suo romanzo, in parte autobiografico, Un paese da vendere, ambientato tra gli anni Sessanta e Settanta a Castelplanio, paese riconoscibile nei luoghi e nelle vicende, anche se mai espressamente nominato nel testo. Le vicende di un gruppo di ragazzi costretti a lasciare il piccolo paese dove sono nati, per sfuggire all'oppressione del contesto e realizzare le proprie vite, sono narrate in terza persona e coprono un arco temporale di oltre un decennio. Le pagine di questo libro si misurano tra fatti locali noti, personaggi riconoscibili alla comunità che ha vissuto quegli anni in quel paese, storie d'amore e la grande storia internazionale.


da Terre Sommerse

www.terresommerse.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2011 alle 16:18 sul giornale del 27 aprile 2011 - 618 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, castelplanio, presentazione del libro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j3f





logoEV