Piste ciclabili, intervengono i Giovani Democratici

Giovani Democratici 2' di lettura Fano 21/04/2011 -

Negli ultimi tempi sono state spese molte parole riguardo alla questione sulle piste ciclabili, sono state prese molte posizioni politiche dai vari schieramenti, ma non si è mai arrivati a delle proposte concrete per promuovere il trasporto ecologico che comporterebbe anche un sano snellimento del traffico urbano e interurbano.



E’ stata conclusa da poco la pista ciclabile che collega Fano e Pesaro. Una via di comunicazione che porterà un grande valore aggiunto nel collegamento tra le due più grandi città della nostra provincia, anche dal punto di vista turistico poiché gli stessi residenti trarranno giovamento dalla semplicità di spostamento lungo la costa per raggiungere le spiagge ivi presenti, che soffrono del caos causato dai parcheggi selvaggi nel tratto di strada di Fosso Sejore. Rimane però il problema dell’isolamento delle spiagge tra Fano e Pesaro specialmente nella zona che riguarda il comune di Fano per il quale il Sindaco e la sua giunta dovrebbero trovare una soluzione in tempi rapidi prima dell’inizio della stagione estiva che è ormai alla porte. Il progetto per le piste ciclabili nel comune di Fano sarebbe da estendere anche nella zona Sud della città.

La parte che porta a Marotta e Torrette soffre infatti di una mancanza di collegamenti e l’idea di una pista ciclabile a Fano Sud arricchirebbe una parte della città che adesso è dimenticata e isolata nonostante la grande affluenza turistica estiva. Inoltre ci sarebbe il progetto della riconversione della vecchia ferrovia Fano-Urbino in una pista ciclabile, la quale porterebbe un solido contributo alla riqualificazione turistica e infrastrutturale dell’entroterra, attraverso un giro organizzato con dei punti di ristoro che passa per gli straordinari paesaggi faunistici della nostra provincia fino ad approdare nella città di grande valore culturale qual è Urbino. Senza parlare del miglior collegamento che porterebbe tale infrastruttura per i piccoli comuni tra Fano e Urbino, i quali oramai sono come un’unica città lungo la Flaminia, ma che non godono del vantaggio degli spostamenti in bicicletta.

La riqualificazione turistica e infrastrutturale della provincia non può essere affrontata in uno schema che includa soltanto la costa, poiché le realtà costiere e dell’entroterra possono insieme creare un nuovo complesso turistico di carattere europeo e internazionale, col concreto contributo delle varie amministrazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2011 alle 17:05 sul giornale del 22 aprile 2011 - 520 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, partito democratico, pesaro, pista ciclabile, giovani democratici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jUt