Maria Flora Giammarioli e Carla Fucci leggono Federica Bernardini

libri| Fano 21/04/2011 -

Il ciclo di letture, ideato dall'Assessore alle Pari Opportunità Maria Antonia Cucuzza al Centro Documentazione delle Donne "Lei legge" è al suo quarto appuntamento.



Giovedì 28 aprile alle ore 18,00 in via Vitruvio 7 - I piano, Maria Flora Giammarioli e Carla Fucci leggono FEDERICA BERNARDINI. Scrittrice marchigiana

Il primo incontro si è svolto il 20 gennaio: Maria Flora Giammarioli ha letto poesie e lettere della poetessa Antonia Pozzi, rivalutata dalla critica negli anni '80 è oggi a pieno titolo tra i nosti più grandi poeti del '900. La parte critica è stata curata da Franca Mancinelli. Il 17 Febbraio Maria Flora Giammarioli e Paola Magi hanno letto Valentina Crepax, “Gli uomini: istruzioni per l'uso”. Il 24 Marzo Maria Flora Giammarioli e Carla Fucci hanno letto Cristina trivulzio di Belgioioso, a ricordo di una grande donna che con le sue eroiche imprese fu tra i personaggi determinanti per l'unità d'Italia.

Federica Bernardini è originaria della provincia di Ancona e figlia dell’attore Bernardo Bernardini, è imprenditrice della Esinplast e da anni operatrice culturale in particolare in campo teatrale, sia con la Compagnia “Teatroluce” di Jesi da lei fondata, sia in veste di Presidente per la Regione Marche della F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori).Ha prodotto nel 2008 il film “Non c’è più niente da fare” per la regia di Emanuele Barresi. È inoltre attrice e autrice di testi teatrali e fondatrice dell’Associazione Italiana Carlo Urbani. Ha pubblicato quattro sillogi poetiche e una raccolta di fiabe. Ha partecipato a concorsi letterari sia di poesia che di narrativa, ottenendo diversi successi tra cui premi, riconoscimenti e qualificate recensioni.

Il ciclo di letture “LEI LEGGE” è curato da Pietro Conversano attore e regista formatosi con Orazio Costa Giovangigli, si perfeziona presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Le sue esperienze proseguono con docenze, attività e regie teatrali, direzione di centri culturali e di formazione tra Roma, Firenze e altri centri italiani e stranieri. Come attore partecipa a oltre cento spettacoli teatrali e una decina di film. Come drammaturgo è autore di ExOedipo (rivisitazione del mito di Edipo); Cesare e Bruto; Francesco povero. Nascita vita e morte di Francesco d’Assisi (scritto in lingua jacoponica). Come regista ha diretto numerosi spettacoli teatrali e realizzato film di carattere documentaristico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2011 alle 18:55 sul giornale del 22 aprile 2011 - 842 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, centro documentazione delle donne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jVx