Cuccurano: la priorità è un complesso scolastico per asilo ed elementari

scuola Fano 19/04/2011 -

Da giorni ormai le pagine locali dei giornali e i siti internet sono pieni di articoli e commenti sul problema della Padalino. In molti di questi vengono chiamati in causa gli abitanti di Carrara- Cuccurano, quasi fossero i principali beneficiari dello spostamento della scuola media in periferia.



La priorità di queste frazioni è in realtà un’altra: la realizzazione di un complesso scolastico per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria. Per l’asilo di Cuccurano il Comune paga da anni un oneroso affitto per una struttura inadeguata e sottodimensionata. La scuola elementare è divisa in due edifici: prime e seconde a Carrara e terza quarta e quinta a Cuccurano, perché non esiste uno stabile sufficientemente grande ad ospitare tutte le classi insieme. E per di più queste due strutture non presentano standard di sicurezza né di dignità sufficienti.

Tutti gli edifici che ospitano i servizi scolastici di Carrara- Cuccurano sono senza laboratori (eccezion fatta per uno stanzino per i computer) e senza palestra: anzi, per raggiungere quella presente nella frazione di Cuccurano il Comune deve spendere altro denaro pubblico per il servizio di pulmino. Dopo anni di inutili battaglie, lo scorso anno è nato il gruppo “Io speriamo che me la cavo”, formato da genitori di alunni e ormai ex alunni, con lo scopo di vedere finalmente realizzato ciò che ci spetta di diritto. Saremo curiosi di sapere con quale alchimia il Comune riuscirà a far bastare i soldi della vendita del complesso del Sant’Arcangelo (ed eventualmente di qualche altro bene) per la costruzione di un polo scolastico primario e di una scuola media. Qualcuno ha fatto i conti?

Quanto costerà la realizzazione delle scuole previste e qual’è il valore reale dei beni in vendita? Perché adesso si parla anche della vendita dei due plessi elementari esistenti mentre prima si diceva che dovevano rimanere comunque per soddisfare tutto il bacino d’utenza? Queste sono solo alcune delle domande che ci poniamo e alle quali vorremmo che qualcuno desse risposte chiare e circostanziate. La priorità è colmare una lacuna che ormai perdura da troppi anni, è la realizzazione del complesso scolastico elementari-materna di Carrara-Cuccurano. Pertanto vogliamo dissociarci dalla diatriba in atto e soprattutto da ogni tentativo di strumentalizzazione. Per noi può anche andare bene che i nostri figli vadano a Fano per le medie, ma non è accettabile che continuino a frequentare scuole materne ed elementari in queste condizioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2011 alle 18:37 sul giornale del 20 aprile 2011 - 570 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, Io speriamo che me la cavo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jPD





logoEV
logoEV