Centri di aggregazione per adolescenti, interrogazione del PD

francesco torriani Fano 11/04/2011 -

All’insegna della politica di “razionalizzazione dei costi” cambia la modalità di gestione dei centri di aggregazione per adolescenti del comune di Fano, in altre parole vengono chiusi.



Nella Relazione di Bilancio approvato lo scorso 31 marzo scorso, l’Amministrazione comunale di Fano afferma di prevedere il mantenimento delle attività di aggregazione per adolescenti, che saranno realizzate mediante una logica rispondente al concetto di rete e di coinvolgimento attivo delle risorse esistenti sul territorio (agenzie educative, associazioni ecc). I servizi di animazione, educazione ed aggregazione, secondo le nuove modalità di gestione stabilite dal capitolato speciale d’appalto a partire dall’anno 2011, saranno rivolti a bambine, bambini ed adolescenti di età superiore ai 3 anni e inferiore ai 18 e saranno finalizzate allo sviluppo delle capacità di relazione e di partecipazione alla vita di comunità nonché all’animazione di quartiere. Il servizio si completa con attività di educazione volte a sostenere progetti individuali di prevenzione del disagio, da svolgere di norma al domicilio dell’utente.

L’Amministrazione comunale non dice però che tra le novità “nella logica della razionalizzazione dei costi” vi è anche la riduzione dei fondi destinati a tale servizio e la chiusura dei Centri di Aggregazioni per Adolescenti di San Lazzaro, Sant’Orso e Liberarti a Fano 2, nonché la riduzione degli orari di apertura del Centro di Aggregazione di Marotta. Per questo, come Consiglieri comunali PD abbiamo ritenuto importante presentare una interrogazione in cui chiediamo di conoscere

* con maggior dettaglio le novità che si intendono introdurre nella gestione 2011 e 2012 dei centri di aggregazione per adolescenti e qual è, almeno nelle linee generali, il progetto educativo alla base nel nuovo appalto;

* se non si ritiene grave procedere comunque alla chiusura dei Centri di Aggregazione di San Lazzaro, Sant’Orso, Liberariti a Fano 2 e la drastica riduzione dell’orario di quello di Marotta, considerato il numero dei ragazzi che tali centri accoglievano e quindi l’importanza del servizio che svolgevano per i quartieri in cui operavano;

* quali adeguamenti strutturali sono stati fatti in questi anni dalla presente Amministrazione comunale sui centri di aggregazione per adolescenti per cercare di adeguarli alle disposizione della L.R. n. 9 del 2003, considerato che si è potuto usufruire anche di una deroga fino ai primi mese del 2010;

* se non si ritiene comunque eccessiva la riduzione delle risorse finanziare messe a disposizione alla voce “Spese per interventi a favore degli adolescenti”, passate da 152.376 euro nella previsione 2010 a 120.000 euro nella previsione 2011, comportando una riduzione di circa 30.000 euro, pari al 25% circa, che pone tale capitolo di spesa tra i più “tagliati” dell’intero bilancio comunale previsionale 2011.


da Francesco Torriani
consigliere comunale Pd

...

interrogazione cag...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2011 alle 15:42 sul giornale del 12 aprile 2011 - 513 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, cag, Francesco Torriani, pd, adolescente, interrogazione cag

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jum