Berluti (Pd): 'Partecipazione popolare cos’è costei?'

partito democratico Fano 10/04/2011 -

A quasi due anni dalla soppressione delle circoscrizioni nella nostra città, quello che doveva essere il progetto della partecipazione popolare e del decentramento è ancora tutto da scoprire.



Ma quello che maggiormente oggi il Partito Democratico di FANO e chi come me viene da una lunga esperienza come Presidente di Circoscrizione, si chiede è che fine e che utilizzo viene fatto delle ex sedi delle circoscrizioni e di tutte le dotazioni di attrezzature che per la loro attività erano state acquistate , con i soldi dei contribuenti.

Risulta che per le sedi della 1^ e della 4^ circoscrizione (Centro e Fenile) che si trovavano in locali non di proprietà dell’Amministrazione Comunale e per le quali erano stati fatti contratti d’affitto, si arriverà alla chiusura definitiva avendo rescisso o disdetto il contratto; mentre per quelle di proprietà dell’Amministrazione Comunale, come quella della 2^(Poderino), della 3^(San Lazzaro), della 5^(S.Orso) e della 6^(ponte Sasso) , si ha l’impressione che siano sottoutilizzate, anche perché oltre a non essere a norma per l’utilizzo che ne viene richiesto, l’amministrazione richiede un canone per il loro utilizzo: vedi regolamento ”Disciplina recante i criteri e le modalità di utilizzo temporaneo dei locali assegnati alla partecipazione popolare”.

Molte associazioni di volontariato dei vari settori, senza sede si trovano in difficoltà per lo svolgimento delle loro attività, per la carenza di spazi e sono penalizzate da questa situazione, proprio loro che dalla proposta della nuova partecipazione popolare dovevano essere l’asse portante delle previste consulte di quartiere.

Quello che preoccupa ancor di più è la perdita del patrimonio, di idee e di progetti che si sarebbero sviluppati per lo svolgimento delle attività che le ex circoscrizioni attivavano nei territori di competenza, come le attività parascolastiche, sportive, culturali, scolastiche (dopo scuola) e sociali (centri di aggregazione, circoli anziani).

Poi viene da chiedersi che fine hanno fatto gli arredi, i computer, oggi tutto inventariato, lasciato nelle sedi e in molti casi inutilizzato. Le attrezzature che in tanti anni di attività sono state acquistate per il funzionamento diretto o di supporto alle associazioni che collaboravano con le circoscrizioni stesse, frutto di risparmi e oculate spese da parte dei segretari e dei consigli delle circoscrizioni stesse.

Queste le poche righe scritte non vogliono aprire nessuna polemica nei confronti di nessuno, l’unico fine è quello di svegliare le coscienze, anche degli attuali amministratori a volte per niente attenti a queste esigenze, far riflettere su ciò che è giusto fare e ciò che non è giusto, ma che comunque si deve fare in fretta.

Sauro Berluti
Coordinatore del Circolo Poderino
Partito Democratico di FANO






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2011 alle 04:11 sul giornale del 11 aprile 2011 - 557 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jsD





logoEV
logoEV