Nuovo ospedale Fano-Pesaro: si, no, dove...

Fano 07/04/2011 -

Le pagine locali dei quotidiani sono in questi giorni piene di resoconti sulle tante iniziative e dichiarazioni in merito alla questione “nuovo ospedale” (provinciale, unico e “integrato” che sia).



Con questa medaglia, molto più semplicemente, ci si limita ad evidenziare un aspetto che, com’era facilmente prevedibile, sta quasi monopolizzando l’attenzione del pubblico: “Se sì dove?”. La location che è stata ultimamente “nominata” e che risulta fra le più gettonate è quella di Fosso Sejore (a metà strada fra le due maggiori città coinvolte). Per ora non siamo al tifo da stadio ma l’effetto collaterale dello storico campanilismo comincia a farsi sentire. E c’è anche chi teme che le indicazioni, più o meno “ufficiali” del sito in cui ubicare la nuova struttura ospedaliera non sia esente da più o meno malcelate diverse soluzioni…








Questa è una vignetta pubblicata il 07-04-2011 alle 17:34 sul giornale del 08 aprile 2011 - 1810 letture

In questo articolo si parla di attualità, Giorgio Panaroni, vignetta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jmD



La matematica è un'opinione?
Non si tratta di essere retrogradi o modernisti per l'opzione dell'ospedale unico "Marche nord". Si tratta di essere matematicamente obiettivi. Tutti sappiamo come si barcamena matematicamente la sanità (sia regionale che nazionale): mancano servizi, personale, assistenze, dotazioni e macchinari scientifici, coperture per debiti colossali. In barba a tutto ciò, vogliamo un nuovo megaospedale unico, con mega parcheggi e nuove megastrade. Ma chi lo vuole? I modernisti all'altezza dei tempi? No!!! Spontanea la deduzione anche dei più sprovveduti: lo vuole il partito trasversale dei TANGENTISTI.

Scusi per cortesia, mi sa dire la strada più breve per il Paradiso?, Grazie