Un progetto di studio per approfondire la figura di Pandolfo III Malatesta

Presentazione progetto di studio sulla figura di Pandolfo III Malatesta Fano 06/04/2011 -

Al via un grande progetto di studio e ricerca per mettere a fuoco la figura di Pandolfo III Malatesta. Si è tenuta oggi nella Sala della Concordia una conferenza stampa per definire l’indagine sulla figura e sull’operato di Pandolfo Malatesta.



Sono intervenuti la docente dell’Università Cattolica di Brescia Elisabetta Conti, il segretario della Fondazione CAB Agostino Mantovani, il presidente della Fondazione CAB Alberto Folonari, il prefetto di Pesaro ed Urbino Attilio Visconti, il sindaco di Fano Stefano Aguzzi, l’assessore alla Cultura Franco Mancinelli, il direttore dell’Archivio di Stato di Pesaro ed Urbino, la docente dell’Università di Urbino Anna Falcioni e il presidente della Banca Popolare di Ancona Corrado Mariotti.

Il convegno di studi sarà strutturato in più giornate: dal 14 al 16 aprile coinvolgerà i massimi studiosi del periodo storico in esame, toccando le città legate alle vicende malatestiane, e farà tappa a Brescia, a Clusane d’Iseo, a Bergamo e a Fano, città che hanno avuto ruoli significativi nella Signoria di Pandolfo Malatesta. “Sono stato io a suggerire Fano come sede della terza giornata del convegno visto che Ancona non ha legami con i Malatesta - commenta il presidente della Banca Popolare di Ancona Corrado Mariotti - mi ha fatto molto piacere ed è stata una grande soddisfazione venire a conoscenza che la proposta era stata accettata”. “Sono molto contento di portare un po’ di Brescia a Fano - prosegue il Prefetto di Pesaro ed Urbino Attilio Visconti - sono entusiasta di questa iniziativa che vede la luce poche settimane dopo i festeggiamenti del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia”.

Continua il presidente della Fondazione CAB Alberto Folonari: “La fondazione di cui sono presidente, nata nel 1983, vuole far conoscere ai giovani la storia della città e delle persone che l’hanno resa grande come i Malatesta”. Aperto al pubblico e arricchito da interessantissime iniziative rivolte ai partecipanti il convegno è itinerante, di altissimo livello scientifico e nel contempo ricco di spunti e curiosità su uno dei protagonisti assoluti della storia d’Italia nell’età delle corti e dell’Umanesimo. Il 16, a Fano, si potrà visitare la mostra “Pandolfo III Malatesta, signore di Fano, Brescia e Bergamo”, a cura di Anna Falcioni e Antonello de Berardinis, allestita presso i musei civici di Fano. “Con questa mostra ho voluto offrire alla città tutto il patrimonio Malatestiano - dichiara la docente dell’Università di Urbino Anna Falcioni - sarà una mostra in 5 sezioni. Si aprirà con la presentazione del Farsetto e dei codici 33 e 24 ma verranno mostrati anche tutti i 113 codici malatestiani presenti nel nostro archivio. In più si potranno ammirare reperti e la lettera autografa di Gentile da Fabriano”. Il programma fanese prevede la visita guidata della mostra alle ore 12.30 e un convegno con le più alte cariche politiche fanesi alle ore 15.30 nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2011 alle 16:57 sul giornale del 07 aprile 2011 - 569 letture

In questo articolo si parla di attualità, storia, fano, comune di fano, pandolfo malatesta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jkb