Bene Comune: Benini presenta un'interrogazione sulle gare per i tributi

bene comune Fano 9' di lettura Fano 03/04/2011 -

Con l'esito delle gare per l'assegnazione di raccolta tributi il Comune - denucia Benini - perderà 300.000 euro.



Il sottoscritto Luciano Benini, consigliere comunale di Bene Comune,

premesso:

- che con lettera P.G. n. 39355 del 10/6/2010 la giunta comunale chiede ad ASET Holding di presentare un progetto per la riassunzione della gestione delle entrate comunali;

- che con lettera prot. n. 1060 del 9/7/2010 ASET Holding presenta il progetto richiesto;

- che con lettera prot. n. 1189 del 5/8/2010 ASET Holding fornisce chiarimenti sul progetto ribadendo di essere perfettamente in grado di assumere subito la gestione delle entrate comunali;

- che la Giunta comunale, con Delibera n. 297 del 24/8/2010 decide di non affidare direttamente ad ASET Holding la riscossione dei tributi su “Pubblicità ICP”, “Affissioni DPA” e “Occupazione suolo pubblico TOSAP”, nonché l’ICI coattiva degli anni pregressi non prescritta, ma di assegnare la riscossione di detti tributi tramite 2 gare da effettuarsi non in modalità aperta a tutti ma in procedura ristretta tramite preinformative (per cui il Comune si riserva di invitare alle gare scegliendo le ditte fra quelle che aderiranno alla preinformativa);

- che il Dirigente dell’Ufficio Tributi, con Determinazione n. 1889 del 24/8/2010, procede alla pubblicazione delle preinformative sul sito della Gazzetta Ufficiale Europea;
che con lettera prot. n. 1261 del 25/8/2010 ASET Holding critica la decisione di affidare a gara la gestione dei tributi invece che affidarli direttamente ad ASET Holding, in quanto in tal modo circa l’aggio su 1.5 milioni di Euro andranno a ditte esterne e non resteranno invece in casa ad ASET Holding, e critica i criteri di assegnazione della gara (70% alla offerta tecnica, 30% all’offerta economica) ritenendo che in tal modo il Comune ci rimetterà altri soldi;

- che con Delibera di Consiglio n. 205 del 15/9/2010 (votata solo dalla maggioranza) si conferma quanto deciso dalla giunta con la Delibera di giunta n. 297 del 24/8/2010 e si affida la riscossione ordinaria dell’ICI all’Ufficio Tributi del Comune;

- che il Dirigente dell’Ufficio Tributi, con Determinazione n. 2194 del 14/10/2010 stabilisce i criteri con cui valutare le offerte e individua le ditte da invitare alle 2 gare;

- che con lettera prot. n. 1550 del 18/10/2010 ASET Holding si lamenta del fatto che il progetto presentato per la riassunzione della gestione delle entrate del Comune “non è stato esaminato né, tanto meno, è stata deliberata l’ipotesi condivisa, di avvio dilazionato del progetto di riassunzione della gestione pubblica per il tramite di ASET Holding come, per altro, discusso e condiviso nella riunione del 30.08.2010”. ASET Holding aggiunge che l’ANCI, associazione dei Comuni, ha mandato una circolare nella quale sottolinea che “la soluzione della gestione diretta delle attività in questione sia quella da preferire e, comunque, da valutare in prima istanza. Il Comune, con la gestione diretta o attraverso una società in house delle attività di accertamento e riscossione delle proprie entrate, mantiene un controllo diretto e costante di attività di particolare rilievo e di notevole impatto e delicatezza nei confronti della cittadinanza. … Quindi meglio affidamento diretto in house (preferibilmente società multiutente quale la Holding multiutente) piuttosto che indire gare per la scelta di concessionari privati”. ASET Holding chiede di sapere quali sono le intenzioni della giunta in merito;

- che la giunta comunale non ha mai risposto a questa lettera di ASET Holding;

- che al termine della gara A (ICI pregressa non prescritta) risulta la seguente situazione:

Equitalia GERIT

SO.R.IT con Duomo GPA

SO.G.E.T.

Andreani Tributi

Riscossione ICI

8

10

8

7

Riscossione stragiudiziale

8

8

8

6

Riscossione coattiva

12

14

14

12

Struttura informatica

12

15

14

14

Servizi migliorativi

2

5

2

3

Modalità di pagamento

4

4

4

4

Tempistica

2

4

2

3

TOTALE

48

60

52

49

Aggio ICI

21.25%

24.88%

18.73%

21.08%

Aggio Stragiudiziale

11.90%

13.93%

10.49%

11.80%

Aggio Coattivo entro 60 gg

11.90%

8.96%

6.74%

11.80%

Aggio Coattivo oltre 60 gg

11.90%

4.98%

3.75%

11.80%

Aggio Diritti Esecutivi

85.00%

99.5%

74.90%

84.31%

TOTALE Punteggio Aggio

25.46

24.69

30.00

25.50

TOTALE GENERALE

73.46

84.69

82.00

74.50



- che al termine della gara B (Pubblicità ICP, Affissioni DPA e Occupazione suolo pubblico TOSAP) risulta la seguente situazione:

Maggioli

Duolo GPA

ICA

Gestione dei Servizi

15

18

15

Organizzazione dei servizi

12

13

10

Comunicazione

8

9

8

Struttura informatica

3

4

3

Servizi migliorativi

8

17

8

TOTALE

46

61

44

Aggio ICP/DPA

17.24%

19.80%

19.00%

Aggio TOSAP

13.79%

15.84%

15.20%

Aggio altre entrate

21.55%

24.75%

23.75%

TOTALE Punteggio Aggio

30.00

26.55

26.70

TOTALE GENERALE

76.00

87.55

70.70


- che in entrambe le gare la ditta vincente ha dovuto giustificare il perché di un’offerta anomala;

- che in entrambe le gare è risultata vincente la ditta che ha fatto l’offerta di gran lunga peggiore per l’amministrazione comunale;

- che il Dirigente dell’Ufficio Tributi, con Determinazione n. 2816 del 23/12/2010, ha aggiudicato la gara B alla Duomo GPA;

- che il 15/2/2011 è stato firmato il contratto di affidamento del Servizio della gara B alla Duomo GPA;

- che il Dirigente dell’Ufficio Tributi, con Determinazione n. 420 del 2/3/2011 ha aggiudicato la gara A alla SO.R.IT con Duomo GPA;

interroga il Sindaco per conoscere

- per quale motivo non abbia mai risposto ad ASET Holding circa il progetto da questa presentato per la riassunzione della gestione delle entrate comunali;

- per quale motivo abbia deciso di mettere a gara la riscossione dell’ICI coattiva degli anni pregressi per un importo di 500.000 Euro e la riscossione su “Pubblicità ICP”, “Affissioni DPA” e “Occupazione suolo pubblico TOSAP” per un importo di 1 milione di Euro, invece che affidarne l’incarico direttamente ad ASET Holding;

- per quale motivo abbia voluto svolgere le gare in procedura ristretta invece che in modalità aperta che avrebbe assicurato maggiore trasparenza e partecipazione delle ditte;

- tenuto conto che l’aggio medio delle ditte vincenti è attorno al 20%, come pensa di giustificare ai cittadini la perdita di almeno 300 mila Euro che invece che rimanere nella casse di ASET Holding, cioè del Comune, finiranno nelle casse di ditte private;

- se ritiene accettabile che il criterio delle gare prevedesse di assegnare il 70% del punteggio per l’offerta tecnica, i cui criteri di valutazione erano del tutto vaghi ed estremamente discrezionali, e il 30% di punteggio all’offerta economica ma con una formula matematica che di fatto differenziava pochissimo nel punteggio anche offerte economiche estremamente diverse, tanto che in entrambe le gare le ditte che hanno vinto sono quelle che avevano offerte economiche molto più svantaggiose per il Comune rispetto a quelle presentate dalle altre ditte;

- se sia vero che il contratto relativo alla gara A non è stato ancora firmato in quanto il Sindaco ha forti perplessità sul corretto svolgimento della gara stessa;

- per quale motivo non abbia invece sollevato alcuna obiezione sulla gara B, tanto che il contratto è stato già firmato da tempo, visto che il meccanismo perverso era lo stesso della gara A.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2011 alle 17:24 sul giornale del 04 aprile 2011 - 519 letture

In questo articolo si parla di politica, bene comune, luciano benini, lista bene comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jce