Truffe di finte inviati della Caritas, la Diocesi mette in guardia

Angiolo Farneti Fano 01/04/2011 -

La Curia di Fano e la Caritas Diocesana – rende noto don Giacomo Ruggeri – mette in guardia la popolazione in merito ai recenti furti sul nostro territorio da parte di persone che si sono presentate nelle case a nome della Caritas.



Il direttore della Caritas diocesana di Fano, Angiolo Farneti, mette in guardia specialmente le persone anziane, invitando a non fidarsi e farsi ingannare da persone sconosciute che si presentano, magari con un aspetto curato e usando molta cortesia e gentilezza per acquisire fiducia.

La Caritas diocesana, quelle parrocchiali e interparrocchiali sparse nel territorio della Diocesi – prosegue don Ruggeri – non mandano mai incaricati a prelevare denaro o oggetti di valore a domicilio, se non espressamente chiamate dagli interessati. Invita altresì, qualora ci siano dubbi su quanto dichiarato dagli sconosciuti, a farsi dare un documento e chiamare subito il Centro di ascolto Caritas al n. 0721-827851 per una verifica, o i Carabinieri segnalando al 112 ogni sospetto.

Si tenga infine presente – conclude il Portavoce della Curia – che, nel caso di raccolta di fondi Caritas per i poveri, come per l’attuale iniziativa delle CaritasCard per fare fronte alla grave crisi occupazionale in corso, le persone vengono invitate a versare per un anno i 10 euro mensili presso i propri incaricati parrocchiali o alla sede di Via Rinalducci, 11 e non di casa in casa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2011 alle 11:45 sul giornale del 02 aprile 2011 - 589 letture

In questo articolo si parla di chiesa, religione, attualità, Diocesi di Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i8X