Carnevale, Mancinelli: 'Anche Omiccioli vuole salire sul carro?'

comune di fano Fano 21/03/2011 -

Curiosa richiesta quella di Hadar Omiccioli: vuole sapere dall’assessore alla cultura cosa farebbe del Carnevale, manifestazione che - sa benissimo - fa parte delle deleghe dell’assessorato al turismo.



Evidentemente sottintende che il carnevale sia cultura, e certamente un tempo lo era, quando consentiva una volta all’anno di trasgredire, di invertire i ruoli. Ma nel mondo di oggi la trasgressione, almeno tra i giovani, è quasi settimanale e i ruoli sociali e familiari o di genere non sono più così rigidi.

Oggi il carnevale non ha più questa funzione; e a farne un evento culturale non sarebbero le rievocazioni storiche di Venere che nasce dalle acque o gli acrobati appesi alle gru. Se si festeggiasse poi tutto l’anno, come vorrebbe Omiccioli improvvisamente convertito alle spese, si sancirebbe la sua normalità di festa tra le feste e farebbe di Fano “città del carnevale” la città sempre in festa, con risvolti quasi offensivi per la gente che invece lavora. Mi sembra che Omiccioli non abbia le idee chiare e che non voglia sapere niente dall’assessore alla cultura; del resto, chi chiede per sapere si pone in ascolto ed ha almeno il piacere di scambiare le idee, se può sembrare troppo aspettarsi la stima dell’interlocutore.

Credo che ad Omiccioli interessi di più affermare la propria identità attraverso l’opposizione ed una gratuita ostilità e, visto tanto interesse da parte sua dopo il clamore per questo carnevale, non è che anche lui vuole salire sul carro!?

Franco Mancinelli






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2011 alle 15:18 sul giornale del 22 marzo 2011 - 548 letture

In questo articolo si parla di fano, carnevale, politica, comune di fano, comune, Hadar Omiccioli, franco mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iHa





logoEV
logoEV