Ospedale e protocollo dei sindaci, l'intervento del sindaco Aguzzi

stefano aguzzi 2' di lettura Fano 12/03/2011 -

Prendo spunto dall’intervento del sindaco di san Costanzo riguardo all’ubicazione dell’ipotetico nuovo Ospedale Marche nord, riconoscendole ovviamente la legittimità delle sue perplessità, essendo una dei 22 firmatari del Protocollo dei Sindaci, che il 19 febbraio scorso ha indicato come possibile sito un terreno in comune di Mombaroccio, da tutti giudicato baricentrico rispetto a Fano e a Pesaro e a tutto il territorio provinciale.



Desidero soltanto fare alcune precisazioni. La mia ulteriore ipotesi nasce in seguito al dibattito che si è sviluppato proprio grazie a quel Protocollo d’intesa. Ribadisco fortemente che la mia posizione non cambia: la proposta del Protocollo di ubicare il nuovo Ospedale in zona baricentrica tra Fano e Pesaro e particolarmente nella piana di Mombaroccio-Carignano, rimane la prima e la più accreditata, come ho ribadito anche nell’incontro con l’assessore regionale Mezzolani, il presidente della Provincia Ricci e il Sindaco di Pesaro, Ceriscioli. Ma ho pensato bene di avanzare questa ulteriore proposta per “equilibrare” due uscite che si sono avute dopo la firma del Protocollo. Da una parte infatti il Sindaco di Pesaro ha messo sulla bilancia il fatto che almeno uno dei quattro siti proposti dalla sua Amministrazione è di proprietà del suo Comune e dall’altra qualche voce ha espresso il timore che dietro questa ricerca e identificazione dei siti ove collocare eventualmente il nuovo Ospedale ci siano già manovre speculative da parte di chissà chi.

Ecco dunque il senso della mia ulteriore uscita: proporre a chi dovrà scegliere (che è e rimane sempre la Regione) un'altra sede che abbia riuniti in sé tutti e quattro i requisiti che tutti andiamo cercando: la zona di Chiaruccia infatti è di proprietà del Comune di Fano (contro ogni speculazione), è facilmente raggiungibile da tutto il territorio, soprattutto dopo gli sviluppi connessi ai lavori per la terza corsia dell’Autostrada, è centrale rispetto all’ambito della Provincia ed è immediatamente disponibile. Ribadisco dunque che la proposta del Protocollo dei Sindaci rimane la prima che noi offriamo alla Regione come mediazione tra le due città e tutti i territori, ma se dal versante pesarese qualcuno propone alternative diverse ci poniamo sulla stessa lunghezza d’onda con un’ipotesi perfettamente realizzabile nel territorio di Fano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2011 alle 15:44 sul giornale del 14 marzo 2011 - 555 letture

In questo articolo si parla di sanità, fano, ospedale, politica, stefano aguzzi, pesaro urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ioK