Mascarin: 'Aset, a proposito di compensi di risultato'

Samuele Mascarin Fano 08/03/2011 -

Stupisce la risposta che, dopo oltre tre mesi, arriva per mezzo stampa all’interrogazione da me avanzata il 22 novembre 2010 in merito al compenso di risultato percepito dal Presidente di ASET s.p.a. Giovanni Mattioli nel 2008.



Stupisce perché a quanto pare l’Amministrazione comunale nel riconoscere che il Presidente di ASET s.p.a. ha percepito complessivamente uno stipendio superiore a quello del Sindaco - cosa che inizialmente la Legge 926/2006, cioè la Finanziaria 2007, vietava espressamente - giustifica il compenso di risultato (20.480 euro) con il semplice fatto che l’azienda non ha conti in rosso…

Se si tralascia che sempre la Legge 296/2006 prevedeva all’art. 1, comma 725, la possibilità di attivare indennità di risultato solo nel caso di produzione di utili e in misura ragionevole e proporzionata, appare abbastanza bizzarra l’idea che il traguardo raggiunto sia non aver conseguito un deficit di bilancio! Se si tiene poi conto degli aumenti di tariffe attuati da ASET s.p.a. negli ultimi anni e, contemporaneamente, degli assai modesti risultati nel campo della raccolta differenziata… viene da domandarsi ancora una volta: perché questo compenso?


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 15:21 sul giornale del 09 marzo 2011 - 644 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, samuele mascarin, aset, sinistra unita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/idQ