L'IdV aderisce al comitato '2 sì per l'acqua bene comune'

Italia dei Valori 1' di lettura Fano 08/03/2011 -

Dopo aver promosso la raccolta firme per i 3 referendum (contro la privatizzazione dell’acqua, il legittimo impedimento e contro il ritorno al nucleare) l’Italia dei Valori di Fano ha aderito ufficialmente al Comitato “2 sì per l'acqua bene comune”.



Siamo da sempre convinti che l’acqua sia un bene fondamentale e inalienabile, che non puo’ essere soggiogato dalle regole della concorrenza e del profitto. Tutto cio’ è ancor piu’ grave se pensiamo che, ovunque sia stata realizzata la privatizzazione del servizio idrico, le tariffe per l’erogazione dell’acqua sono aumentate a dismisura (vedi l’esempio eclatante di Arezzo).

Crediamo fermamente che una seria battaglia contro la privatizzazione dell’acqua passi attraverso la modifica dello Statuto comunale per dichiarare l’acqua un bene privo di rilevanza economica e l’accesso all’acqua un diritto umano e universale. I Comuni ora hanno la grande opportunità di incidere concretamente nella realtà locale, dando un contributo vero e serio. Privatizzare l’acqua sarebbe come vendere il sangue che abbiamo nelle vene. Perché l’acqua è un prodigio. E i prodigi non si toccano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 14:58 sul giornale del 09 marzo 2011 - 807 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, acqua, italia dei valori, Idv Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/idK


bene, però Di Pietro in tv continua a parlare del referendum sull'acqua scordandosi di nominare il Forum nazionale che ha raccolto le firme e che l'Idv ha cercato dal principio di scavalcare... chissà perché, eh?




logoEV
logoEV