Saltara: al museo del Balì 'Madame Curie' e le donne nella scienza

Museo del Balì 1' di lettura Fano 04/03/2011 -

In occasione della Festa della Donna, il Museo del Balì organizza un evento in cui verrà proiettato il film “Madame Curie” (1943) di Mervyn LeRoy.



La pellicola ripropone la storia di Maria Skłodowska (1867 – 1934), meglio nota come Marie Curie, chimica e fisica polacca naturalizzata francese, che ha legato indissolubilmente la sua vita alle ricerche sul radio. Nessuno meglio di lei incarna l'idea della dignità e dei meriti sul lavoro in campo femminile. Tra i diversi riconoscimenti per le ricerche svolte spiccano sicuramente i premi Nobel. Fu, infatti, la prima donna nella storia a ricevere tale onorificenza per la fisica nel 1903 e poi ancora per la chimica nel 1911.

Degno di nota, inoltre, rimane il fatto che Marie Curie non depositò mai il brevetto internazionale per il processo di isolamento del radio, per favorire il progresso in questo settore scientifico e la libera circolazione delle idee. L'evento, ad ingresso gratuito con inizio alle 17, inaugura il percorso “Le donne nella scienza”, un itinerario importante che il Museo del Balì ha deciso di intraprendere in collaborazione con il Circolo Bianchini di Fano. A seguito della proiezione, intorno alle 19, sarà offerto un aperitivo al pubblico presente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2011 alle 18:28 sul giornale del 05 marzo 2011 - 529 letture

In questo articolo si parla di attualità, saltara, museo del balì, calcinelli, scienze, marie curie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h7m