Mondolfo: è ufficiale, Diotallevi candidato a sindaco

carlo diotallevi 3' di lettura 04/03/2011 -

E’ ufficiale, Carlo Diotallevi è il candidato sindaco della lista civica “Per Cambiare”.



Nelle scorse settimane dopo la prestigiosa investitura ad opera del Sindaco di Roma Gianni Alemanno erano arrivati a Diotallevi ulteriori importanti sostegni come quello della Lega Nord e dell’Udc, mancava a questo punto solo la ratifica formale del coordinamento regionale del Pdl, che puntualmente è arrivata.

Ora quindi la campagna elettorale può davvero avere inizio. “La nostra lista civica - spiegano gli esponenti del Direttivo- è la sintesi di tante esperienze che hanno origini e percorsi differenti ma che hanno un solo e grande obiettivo, quello di rinnovare profondamente il nostro Comune. Il nostro progetto va al di la delle mere appartenenze politiche e partitiche ed è tutt’ora aperto, come dimostra anche l’adesione dell’UDC, a tutte le forze politiche e civiche disposte a condividere insieme a noi questo percorso di rinnovamento della classe politica mondolfese.

La candidatura di Carlo Diotallevi va proprio in questo senso perché in questi anni è riuscito in modo trasversale a coinvolgere tante persone ed associazioni del territorio su problematiche e proposte concrete. Un grande lavoro continuo e condiviso che va avanti da tempo e che ha portato davvero grandi risultati. In questi anni abbiamo condotto tante battaglie per i cittadini con risultati concreti: come non ricordare le straordinarie raccolte di firme per salvare la biglietteria della stazione ferroviaria e per le scogliere, la mobilitazione per riportare l’acqua minerale nelle scuole, gli interventi in prima persona per tutelare il decoro, la sicurezza, il verde pubblico e l’ambiente ( su tutte la ben nota vicenda del Consorzio Agrario a Centocroci ). Questo lavoro ha portato ad un incremento costante di consensi frutto di un lavoro appassionato ed appassionante, niente affatto ideologico, ma sempre teso al bene dei cittadini. Lo affermiamo senza mezzi termini: puntiamo a vincere, perché il lavoro di questi ultimi cinque anni pieni di determinazione ci rafforza in questa convinzione. Abbiamo chiari e precisi riscontri di quanto sia forte nei cittadini la voglia di rinnovamento e, lo diciamo forte e chiaro, non è tanto un problema di destra o sinistra, quanto un dato di fatto che non può essere smentito a confermarci nelle nostre convinzioni: negli ultimi 30 anni a rotazione si sono avvicendati sempre gli stessi personaggi al governo del Comune di Mondolfo ed è sotto gli occhi di tutti il profondo regresso di questo Comune per demerito di un’amministrazione ormai vecchia e logora.

Basti pensare che le ultime opere pubbliche risalgono proprio agli anni 80, dopo di che uno stanco vivacchiare che ci ha consegnato, ancora nel 2011, incredibili carenze: mancano strade, fogne, marciapiedi, strutture sportive, spazi adeguati per la musica, parchi e spazi verdi, un teatro, il turismo è in ginocchio e gli alberghi sono chiusi. Lo ribadiamo: non facciamone una questione di destra o sinistra, occorre piuttosto cogliere l’occasione di un rinascimento del Comune di Mondolfo: Carlo Diotallevi è l’uomo giusto per cambiare !!! Carlo Diotallevi:

“ Sono grato a tutti coloro che in questi mesi mi hanno dimostrato la propria fiducia chiedendomi di candidarmi alla carica di Sindaco. Sono onorato e orgoglioso di questa possibilità che mi viene offerta e che accetto molto volentieri mettendomi ancora una volta al servizio dei cittadini e della comunità con disponibilità ed impegno come ho sempre cercato di fare in tutti questi anni di militanza politica. Abbiamo costruito in questi anni uno splendido gruppo di lavoro che cercherò di rappresentare e guidare al meglio convinto che il cambiamento, questa volta, arriverà anche a Mondolfo e Marotta






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2011 alle 00:10 sul giornale del 04 marzo 2011 - 1503 letture

In questo articolo si parla di politica, marotta, carlo diotallevi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h4A


Non sarà un problema di destra o sinistra, ma come mai il candidato sindaco Carlo Diotallevi, a Mondolfo, assieme al sindaco di Roma Alemanno ha rivendicato con forza la sua appartenenza alla "destra sociale" la ex corrente di Alemanno in Alleanza Nazionale?
Non sarà che come al solito pur di far carriera politica, non è illegale naturalmente, se ne dicono di tutti i "colori"?

Dov'è il problema? Non è un mistero per nessuno che Carlo proviene dalle file di An e ora è schierato nel PDL. Dunque?