Mondolfo: 'Berlusconi dimettiti', al via la raccolta di firme da parte del PD

berlusconi dimettiti, una firma per cambiare l'italia 14/02/2011 -

Come già pubblicizzato a livello nazionale, il nostro partito ha indetto una raccolta di firme per le dimissioni di Silvio Berlusconi. La situazione economica attuale e una crisi che non molla, non ci permettono di perdere altro tempo.



Secondo noi l’Italia ha le forze per uscire da questo empasse, ma serve un rapido cambio di rotta. Serve una mobilitazione popolare che grida forte il disappunto ad un politica che cura gli interessi personali, senza tener conto delle esigenze della gente, di una politica che si occupa dei processi di Berlusconi al posto di occuparsi della crisi del lavoro, di una politica che protegge il padrone e non si accorge che ci sono famiglie con non arrivano a fine mese, di una politica che non ha alcun rispetto della donna. La pazienza è finita ed è ora che Berlusconi se ne vada a casa.

Per far in modo che ciò avvenga in tempi rapidi abbiamo organizzato la raccolta firme anche a Mondolfo; ecco gli appuntamenti nei quali potete mettere la vostra firma e porre fine a questa lunga agonia:

Lunedì 21 Febbraio mercato cittadino

Lunedì 28 Febbraio mercato cittadino

Sede PD (corso della libertà) aperta nelle seguenti date:

Lunedì 21-28 Febbraio ore 17-19

Sabato 12-19-26 Febbraio ore 17-19

Diventa protagonista del tuo futuro, mai più gregari…. Convinci a firmare più gente possibile l’Italia ha bisogno di te.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2011 alle 18:31 sul giornale del 15 febbraio 2011 - 1626 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, Silvio Berlusconi, Circolo PD Mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hoE


"una politica che protegge il padrone". Non sentivo più questa frase da almeno 50 anni, da quando si mormorava: "ha da nì Baffon". Un bel salto in avanti... non c'è che dire!!

Siamo d'accordo con te!! Non è normale che più della metà del Parlamento condivida la versione data da Berlusconi sul caso Ruby ' sono intervenuto, in quanto mi era stato detto che poteva essere la nipote di Mubarak!!'
Quelli che con il loro voto hanno confermato questa versione dovrebbero vergognarsi!!
Se questo non è servilismo del padrone, non sappiamo come definirlo!!!
Grazie

attaccano Berlusconi per nascondere il fallimento della loro politica a livello Comunale con Cavallo e Vergari& C. che da 30 anni governano Mondolfo favorendo gli interessi dei soliti noti a scapito di quelli dei cittadini. Si è vero è ora di guardare avanti....mandiamolo a casa...Cavallo !

le crisi di governo si concretizzano nel Parlamento. Ah! Già! Al Parlamento occorre la maggioranza. Grazie!

Solita demagogia pre-elettorale da parte del leader del centro destra.
Speriamo che questa volta la destra si metta d'accordo e partorisca un candidato degno di confrontarsi con il candidato Cavallo messo in campo del centro sinistra.
Speriamo di non rivedere la solita faccia, per altro già perdente.....

Diotallevi o Cavallo? Il 26 novembre dello scorso anno, il primo, si è fatto presentare dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, proprio a Mondolfo. Alemanno in quell’occasione disse che la sua amministrazione sarebbe stata una “casa di vetro” e che avrebbe lavorato duramente per risolvere il problema dei campi nomadi a Roma. Diotallevi, tutto entusiasta del suo maestro, affermò che avrebbe fatto il possibile per esserne all’altezza. Non ci crederete ma dopo un po’ è scoppiato il caso “parentopoli” a Roma ed i quattro bambini Rom sappiamo che crudele fine hanno fatto. Ma non è che Diotallevi…..costringa a fare gli scongiuri? Lunedì prossimo sarà meglio andare a firmare la petizione del PD, ad essere superstiziosi non ci si guadagnerà nulla ma nemmeno ci si perderà qualcosa.