Ciclabile Fano-Fosso Sejore, ora si parte

Ciclabile Fano-Fosso Sejore 01/02/2011 -

Ultimo sopralluogo di Matteo Ricci, accompagnato dal dirigente Alberto Paccapelo, sulla ciclabile Fano-Fosso Sejore. Con esito positivo: "I lavori diretti dalla Provincia – spiega il presidente - sono in dirittura d’arrivo. Stiamo mettendo le ultime barriere “New Yersey” per la sicurezza e nei prossimi giorni faremo le rifiniture finali".



Sabato 5 febbraio, alle ore 11, l’inaugurazione in bici: invito tutti i fanesi all’edicola di Gimarra, dove ci ritroveremo per una pedalata fino allo Scalo6ore. Nel locale illustreremo i dettagli dell’opera». Con Ricci, oltre al sindaco di Fano Stefano Aguzzi, ci sarà anche il direttore del Giro d’Italia Angelo Zomegnan: "E la dimostrazione che il nostro territorio può diventare sempre più la provincia della bicicletta – aggiunge il presidente -. Spesso dico che le ciclabili sono le nostre infrastrutture del benessere. Collegare Pesaro e Fano senza soluzione di continuità, con una percorso del genere, rappresenta già un grande risultato. Ed è un passo avanti anche rispetto al nostro piano strategico e al tema della provincia più felice".

Sicuramente soddisfatto il presidente, che pensa già alle giornate di sole e chiosa con un’anticipazione: "In primavera organizzeremo una grande manifestazione sulla ciclabile che unisce le due città…".







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2011 alle 18:00 sul giornale del 02 febbraio 2011 - 2523 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, pista ciclabile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gV0


Caro presidente Ricci, come fa dichiarare collegamento "senza soluzione di continuità"? Ha provato il collegamento con fa Fossosejore-Pesaro, e con il centro di Fano?
Pesaro è tutta un cantiere ormai le piste collegano tutta la città e quartieri periferiferici, ha provato, invece, girare in bici per Fano?
I pochi tratti di pista s'interrompono improvvisamente spesso senza nemmeno un cartello di fine pista.
Se per la Fossosejore abbiamo aspettato otto anni, quanto per Via Pisacane-Marotta? Lo chiedono albergatori e turisti.

Danario Pantonieri

La pista, finalmente completata, consente a uno di Pesaro di partire dal porto e arrivare a Gimarra poco dopo la concessionaria Gabellini. Da qui si potrebbe proseguire sino all'Arzilla (e addirittura con qualche acrobazia sino al Porto di Fano), se la pista già esistente, fosse stata riqualificata dalla Amministrazione comunale fanese. E' stata invece lasciata in uno stato di degrado veramente sconcertante per una città che ambisce ad essere a vocazione turistica : non esiste più una segnaletica leggibile , è imbrattatta di graffiti, le macchine sono parcheggiate su quello che pare essere il tracciato della pista stessa : Fanesi svegliatevi fatevi sentire con il vs. Sindaco, e se ci tenete al vs. campanile nei confronti di PESARO vivetelo con i fatti e non su sterili antagonismi!
Danario Pantonieri

... Pantonieri. Chi si accontenta "gode".
Perchè credi che Fano abbia il Carnevale? E' un risarcimento magoni.
Battutacce a parte, la tua analisi critica credo che si possa solo condividere. Peccato che, coi tempi che corrono, ci sono seri dubbi che sulla possibilità che possa davvero sortire un qualche effetto.

Plozio

Viva la ciclabile. Sarà un sicuro volano per il turismo, per le attività economiche ma soprattutto per i cittadini che ora sono decisamente piu' ricchi! Mi permetto qualche critica: perchè a Gimarra la pista è stata trasformata in parcheggio?
Perchè l'ufficio Mobilità di fano non predispone quegli interventi di messa in sicurezza dell'esistente?