Mondolfo: Per cambiare, 'Marotta e le scogliere dimenticate'

Lista civica Per Cambiare 2' di lettura 31/01/2011 -

Quale slogan preferite? Anno nuovo scogliere vecchie? Oppure, per quest’anno non cambiare, stesse scogliere stesso mare? Ma c’è poco da scherzare! Ennesima mareggiata da levante poi la bora e i nodi tornano puntualmente al pettine.



A Marotta restano le solite problematiche nelle due zone arcinote: da un lato vicino alle Vele e dall’altro vicino al confine con il comune di Fano. Come a Sassonia Sud a Fano, i cittadini denunciano l’ennesimo scempio causato dalla scarso interesse dell’uomo inteso come istituzioni preposte a risolvere una volta per tutte questo annoso problema. Nel 2009 grazie all’impegno della Lista Civica “ Per Cambiare “ presentammo in Regione, sotto i riflettori del TG3, una raccolta di firme di oltre 2.000 cittadini per far sì che l’intervento da parte della Regione Marche non fosse limitato ad una piccola zona, ma fosse teso a risolvere la problematica nel suo complesso. In tal modo, e fu innegabilmente un grande successo, siamo riusciti ad ottenere un estensione territoriale dei lavori di ricarica delle scogliere nella zona centrale di Marotta, ma ciò non è ancora del tutto sufficiente, come avevamo già più volte denunciato: nei presso delle Vele e al confine con Fano l’erosione continua con il mare che continua a scavare sotto il livello della sede stradale e di pari passo continuano i danni alle strutture.

E non ci fa bene sperare il fatto che si assiste, ahinoi, al ripetersi di quello che è ormai diventato lo sport più praticato dopo il calcio, vale a dire il rimpallo delle responsabilità. Il Comune si dichiara non competente e si adopera solo per il ripascimento buttando via soldi che vengono risucchiati dalla prima mareggiata, la Regione Marche, tra l’altro poco o per niente sollecitata dal nostro Comune, non interviene dando la responsabilità al Governo che non destina i fondi e così via cantando. A questo punto senza interventi immediati e vista anche l’impotenza dell’attuale Giunta del Comune di Mondolfo, siamo pronti ad una nuova raccolta di firme e a chiedere un incontro urgente con i tecnici della Regione, senza trascurare la possibilità di unire le forze con il Comitato di Sassonia Sud di Fano per una pacifica manifestazione in Regione. La stagione estiva è più vicina di quanto si creda e, d’altro canto, che significato avrebbe una Bandiera Blu che poco democraticamente sventola per molti, ma non per tutti?








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2011 alle 18:36 sul giornale del 01 febbraio 2011 - 625 letture

In questo articolo si parla di erosione, politica, marotta, carlo diotallevi, scogliera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gTB





logoEV