Mascarin: 'Memo/Federiciana, no alla tessera a pagamento'

Samuele Mascarin 1' di lettura Fano 25/11/2010 -

Siamo fermamente contrari alla decisione di introdurre una tessera a pagamento per accedere ai servizi della Memo e della Federiciana, che devono invece continuare a garantire la gratuità dei servizi di base come la consultazione e il prestito.



E’ scandaloso – e per certi aspetti ridicolo – che nel bilancio comunale si trovino le risorse per realizzare la “Notte Bianca” mentre per garantire investimenti minimi e necessari per una struttura dalle grandi potenzialità come la MeMo (inaugurata meno di sei mesi fa) si debba richiedere un contributo a suoi utenti! Troviamo dunque la proposta dell’Assessore Mancinelli assai discutibile ed estemporanea, anche nella misura in cui isola – non solo in termini di programmazione - la MeMo e la stessa Federiciana dalla rete delle biblioteche presenti sul territorio provinciale.

In questo senso condividiamo l’appello rivolto dall’Assessore provinciale alla Cultura, Davide Rossi, affinchè il Comune di Fano aderisca al gruppo di lavoro provinciale finalizzato allo sviluppo, secondo una logica di rete, dei principali servizi tecnologici e alla realizzazione - fatto salvo il principio della gratuità dei servizi di base - di una tessera unica del sistema provinciale.


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2010 alle 17:43 sul giornale del 26 novembre 2010 - 417 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, biblioteca, samuele mascarin, sinistra unita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eNB





logoEV