Badante ruba gioielli nell'abitazione dove lavora, denunciato

polizia 1' di lettura Fano 25/11/2010 -

Controlli straordinari del territorio a Fano con l'impiego di personale del commissariato, del reparto prevenzione crimine di Bologna e della sezione polizia stradale di Pesaro, ai fini di prevenzione generale dei reati e di contrasto del fenomeno dell'immigrazione clandestina.



I controlli, svolti tramite perquisizioni, ispezioni dei luoghi, posti di controllo, verifiche ai pregiudicati sottoposti agli arresti domiciliari e misure di prevenzione, sono stati effettuati nella zona della stazione ferroviaria, del centro storico, della zona mare e presso i parcheggi in particolare nella zona del quartiere “Flaminio”.

Qui i poliziotti si sono concentrati nell'area del “Play Time”. Sul posto gli operatori hanno riscontrato la presenza di giacigli di fortuna e tracce riconducibili a consumo di sostanze stupefacenti. Rintracciati due cittadini extracomunitari, di nazionalità marocchina e moldava, risultati pregiudicati ed irregolari, che sono finiti in manette per aver violato l'ordine di lasciare il territorio nazionale. All'interno di un'abitazione abbandonata nella zona del porto sono stati individuati due magrebini con precedenti per reati contro il patrimonio, entrambi sono stati sottoposti al provvedimento di espulsione.

Rintracciato anche un moldavo, badante in una famiglia fanese, denunciato a piede libero per furto aggravato, accusato di aver rubato gioielli e preziosi nell'abitazione dove lavorava.






Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2010 alle 19:54 sul giornale del 26 novembre 2010 - 428 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, francesca morici, fano, furto, controlli, stradale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eOz