Tessera a pagamento nelle biblioteche: Rossi, 'Fano mantenga gratuità servizi base'

biblioteca 2' di lettura Fano 23/11/2010 -

"Vivo rammarico per la decisione del Comune di Fano". L’assessore provinciale alla Cultura Davide Rossi stigmatizza l’introduzione della tessera a pagamento per i servizi base delle biblioteche Federiciana e Mediateca Montanari.



"E’ una decisione non concordata preventivamente. E non in linea con il manifesto dell’Unesco sulle biblioteche pubbliche, che raccomanda la gratuità dei servizi base (consultazione e prestito). Non solo: è una contraddizione rispetto alle politiche di Polo, sempre concertate e condivise con i soggetti aderenti. E in questo contesto, il Comune di Fano ha sempre garantito finora la sua partecipazione, attraverso il prezioso contributo dei suoi bibliotecari". Il vicepresidente della Provincia sottolinea altri concetti: "Se tutte le biblioteche aderenti al sistema unificato reagissero, con le stesse modalità del Comune di Fano, alle difficoltà economiche in cui versano tutte le amministrazioni locali, il cittadino si troverebbe costretto ad acquistare tante tessere quante sono le biblioteche che consulta per il prestito…".

Per Rossi, l’esempio è tutt’altro che accademico, "dato che forse gli amministratori fanesi non sanno, o non hanno voluto considerare, che gli utenti delle biblioteche fanesi iscritti alla sola San Giovanni di Pesaro sono più del 20 per cento". C’è chi eccepisce che la Provincia «vuole introdurre i servizi di base a pagamento per tutte le biblioteche del sistema". Anche su questo punto Rossi chiarisce: "Ormai da tempo – continua - è in fase di studio, da parte dei tecnici della Provincia e dell’università, una progettualità specifica destinata a realizzare una tessera unica di Polo. Che permetta una maggiore coesione del sistema e renda più snelli i servizi al cittadino. Il tutto si collegherà all’accesso di nuove possibilità informative su cui stiamo lavorando, con servizi ad alto valore tecnologico via web. Come e-book, stampa periodica e contenuti multimediali".

In tal senso, "solo ed esclusivamente per questi servizi", c’è l’intenzione di proporre alle biblioteche che aderiranno all’iniziativa "la possibilità di introdurre una tessera a modico costo": "Ma questo – puntualizza il vicepresidente della Provincia - avverrà in forma concertata e coinvolgerà il Polo. In più, stiamo cercando di individuare parallelamente ulteriori benefici per i cittadini. Come la scontistica su acquisti e gli ingressi ridotti a teatri, musei e eventi". Rossi chiude con un messaggio: "Esortiamo caldamente tutte le biblioteche del sistema a mantenere l’accesso gratuito per i servizi base". Duplice invito, quindi, rivolto al Comune di Fano: "Sospenda l’avvio delle procedure di registrazione sulla banca dati provinciale relative alle abilitazioni soggette al costo della tessera, per i servizi base nelle biblioteche Federiciana e Mediateca Montanari. Allo stesso tempo aderisca fattivamente, con i propri tecnici, al gruppo di lavoro provinciale, finalizzato allo sviluppo dei servizi tecnologici di Polo e alla realizzazione di una tessera unica del sistema".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2010 alle 16:19 sul giornale del 24 novembre 2010 - 811 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, biblioteca, Provincia di Pesaro ed Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eFU


non commento io.. ha già commentato oggi il Presidente Napolitano: NON SI RISANA DEBITO PUBBLICO MORTIFICANDO LA CULTURA !




logoEV