Nuove professioni, Ordine e Università preparano i commercialisti

economia 2' di lettura Fano 23/11/2010 -

Nel vissuto di buona parte dei contribuenti ci si rivolge al commercialista quasi esclusivamente per la dichiarazione dei redditi. Una prestazione standard, tutto sommato non particolarmente creativa.



In realtà il lavoro dei dottori commercialisti è enormemente aumentato: maggiori adempimenti richiesti dall`Agenzia delle Entrate alle piccole imprese, procedure di insolvenza, pignoramenti, fallimenti, assistenza verso le banche, oltre a un’ampia gamma di interventi di natura giuridico-economico, fiscale, aziendale, che richiedono conoscenze tecnico-specialistiche ed un aggiornamento costante. Proprio per fornire una preparazione adeguata alle prove scritte dell’esame di Stato, la Facoltà di Economia dell’Università degli studi “Carlo Bo”- sede di Fano, e l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pesaro e Urbino hanno organizzato insieme una scuola di alta formazione, con lezioni destinate a 30 candidati che intendono sostenere e superare l’esame di abilitazione. Il corso si articola in 160 ore formative, di cui 25 dedicate ad esercitazioni, oltre a simulazioni delle prove d’esame organizzate secondo la formula part–time, con 2 lezioni settimanali, e un calendario che prende il via il prossimo 7 dicembre (per info e iscrizioni: Facoltà di Economia- sede di Fano, Tel. 0722/304952; Tel/Fax: 0721/862834; mail: economia.fano@uniurb.it).

“Questa iniziativa - ha detto il preside della facoltà di Economia, Massimo Ciambotti - rappresenta un ulteriore passo in avanti nella collaborazione tra università, impresa e professioni destinata a fornire nuove soluzioni competitive al mondo economico. E’ una triangolazione alla quale crediamo molto e che sta dando buoni frutti anche nel campo dell’internazionalizzazione e del passaggio generazionale”. Per Alessandro Cicolella, presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Pesaro e Urbino la scuola di Fano, nella quale verranno ad insegnare alcuni dei migliori specialisti italiani, è “la risposta migliore coloro che ci imputano di voler creare barriere nell’accesso all’Albo”. I moduli di studio previsti sono complessivamente otto: diritto civile e commerciale; ragioneria generale ed applicata; diritto tributario; deontologia e organizzazione dello studio professionale; revisione aziendale e controllo legale dei conti; diritto fallimentare; finanza aziendale. La professione del commercialista continua ad essere un traguardo ambito per molti neo-laureati in discipline economiche. E’ in costante crescita e solo nella provincia di Pesaro-Urbino l’Ordine ne conta 590 (rilevazione al 31/12/2009). Come densità c`è un commercialista ogni 555 abitanti e con questi numeri è una delle professioni più diffuse (112 mila in tutto, secondo i dati 2009 diffusi dal Consiglio nazionale dell’Ordine). Lo studio tipo è composto da 5 persone comprese segretarie e dipendenti ma i piccoli sono così tanti che alla fine il fatturato complessivo della categoria è di 8,8 miliardi di euro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2010 alle 18:36 sul giornale del 24 novembre 2010 - 761 letture

In questo articolo si parla di economia, fano, Fano Ateneo, commercialista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eHp





logoEV
logoEV