Biblioteche a pagamento, Pd: 'Si ritiri il provvedimento'

partito democratico 2' di lettura Fano 19/11/2010 -

In molti hanno appreso dagli organi di informazione che a partire dai prossimi giorni, l’iscrizione alla Mediateca MEMO ed alla Biblioteca Federiciana di Fano sarà non più gratuita, ma onerosa. Cioè usufruire dei servizi che le biblioteche erogano avrà un costo annuale di 5 Euro: il prestito, l'accesso internet, etc. saranno dunque a pagamento. Questo solo con l’intento dichiarato di fare cassa e raccogliere 10-15 mila euro l’anno per acquistare libri e altri strumenti.



Occorre sottolineare due aspetti, di opportunità amministrativa e politica, che sollevano perplessità e che ci portano a chiedere l’ annullamento del provvedimento. Il primo è che le biblioteche di Fano fanno parte di un sistema bibliotecario provinciale; un sistema che mette “in rete” per la ricerca dei testi e per la concessione dei prestiti la stragrande maggioranza delle biblioteche provinciali ed anche quelle universitarie. Le convenzioni che istituiscono questo sistema sono state sottoscritte anche dal Comune di Fano. Ci chiediamo se la decisione così repentina di introdurre l’iscrizione onerosa sia stata condivisa con tutti gli enti che fanno parte del sistema bibliotecario. Questo principalmente per non creare disparità di trattamento tra i cittadini della nostra provincia, con conseguenti svantaggi per gli utenti. Il secondo aspetto è che il provvedimento non è stato mai discusso né in Consiglio comunale, né in Commissione Cultura. Peraltro ci piacerebbe sapere con chi si confronta l’Assessore alla Cultura del Comune di Fano nel prendere queste decisioni poiché la Commissione Cultura - presieduta dal centrodestra - nel 2010 si è riunita soltanto 5 volte. L’annullamento del provvedimento sarà parte di un’interpellanza comunale.

Intanto anche il PD fanese partecipa all’iniziativa nazionale “Porta per porta”, campagna di mobilitazione con la quale il Partito Democratico porterà tra la gente le proprie idee ed il proprio progetto per il Paese, ascoltando i cittadini e comunicando “quello che siamo e quello che vogliamo per l’Italia”. Per questo motivo, nella mattina di sabato 20 i Circoli PD saranno impegnati ad allestire banchetti informativi per la distribuzione del materiale in vari punti della città: saranno presenti in centro davanti Palazzo Gabuccini, nei centri commerciali dei quartieri di San Lazzaro, Sant’Orso (via Sant’Eusebio), Vallato e davanti la Coop di via Tasso. A San Lazzaro sarà aperta anche la sede del Circolo. Su tutto il territorio cittadino sarà comunque distribuito materiale informativo. Alla mobilitazione prenderanno parte iscritti, dirigenti e i Consiglieri comunali del partito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2010 alle 16:13 sul giornale del 20 novembre 2010 - 2349 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, biblioteca, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/exl


...e fanno bene. 5 Euro sono un costo ridicolo per un servizio del genere....forse non è chiaro ai compagni del PD ma il tempo delle vacche grasse in Italia ed in Europa è finito. Meno demagogia e più realismo.

... Sì, è tempo di vacche magre. Possibile che non ve ne siate accorti?




logoEV