Al Teatro della Fortuna secondo appuntamento con FuoriScena

Mario Perrotta 3' di lettura Fano 19/11/2010 -

Sabato 20 novembre alle 18.00 al Teatro della Fortuna secondo appuntamento con FuoriScena, ciclo di incontri con i protagonisti di FanoTeatro, stagione di prosa della Fondazione Teatro della Fortuna in collaborazione con Amat.



L’ospite di questa seconda chiacchierata “fuori scena” è Mario Perrotta, attore, drammaturgo e regista leccese - di adozione bolognese - che con la sua compagnia Teatro dell’Argine torna a Fano a presentare I cavalieri – Aristofane cabaret, seconda tappa della “Trilogia sull’individuo sociale”. Si tratta di un’indagine sulla ‘fattibilità’ della coesistenza nell’essere umano del lato individuale e di quello sociale - che appare una contraddizione in termini – condotta attraverso le opere di tre grandi della letteratura e del teatro di tutti i tempi: Molière, lo scorso anno con Il misantropo; Aristofane quest’anno e Flaubert il prossimo e ultimo. Forse solo il teatro può davvero dirci come siamo e quindi rappresentare a noi stessi le nostre incongruenze. Ed allora la scelta di “tre farse violente – o grottesche tragedie – per rispondere all’interrogativo di base: siamo per natura individualisti o animali sociali?” I cavalieri e i brani delle altre opere del commediografo greco che Perrotta cuce insieme in questo riuscito spettacolo che ha la forma di un cabaret, raccontano del rapporto tra gli individui e la politica. Aristofane fornisce la materia e i nostri teatranti il resto. Sulla scena sei attori e un musicista per dar vita ad un nuovo cabaret contemporaneo – come già anticipa il titolo - che riproduce la forma in cui la televisione propone quotidianamente il confronto politico “ridotto a un avanspettacolo truce, fatto di parole vuote gridate al massimo volume.”

“Se con Molière sono stato filologicamente corretto, rispettando testo e versi alessandrini,” spiega infine Perrotta, “con Aristofane sarò irriverente, lo prenderò a prestito, mantenendo intatta, però, la veemenza politica dei suoi testi, per realizzare una fotografia d'Italia il più possibile urticante, uno spaccato a sorpresa di un paese complice del potere.” Impietoso, becero e irriverente, il regista leccese, perfettamente a suo agio nel registro del cabaret, vuole smascherare in scena quella parte di noi - pubblico e popolo - che non reagisce di fronte “all’avanspettacolo” della politica, che si preoccupa solo di farla franca e si ritiene più scaltra degli altri non pagando le tasse e vivendo di sotterfugi quotidiani per fregare il prossimo. Uno spettacolo tanto divertente quanto amaro, perché si ride gran parte del tempo, di noi stessi. I cavalieri – Aristofane cabaret  in scena sabato 20 (inizio alle 21.15) e domenica 21 (inizio alle 17.00) novembre.

Aperitivo della Fortuna al Caffè Centrale  nei giorni di spettacolo, presentandosi muniti di biglietto o abbonamento, sconto del 10% per un aperitivo a consumazione, con ricco buffet a scelta, presso il Caffè Centrale, a pochi passi dal Teatro della Fortuna. I biglietti di FanoTeatro sono in vendita anche a Pesaro, in via Rossini, 41 – 0721.638882.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2010 alle 17:11 sul giornale del 20 novembre 2010 - 404 letture

In questo articolo si parla di teatro, fano, spettacoli, teatro della fortuna, Fondazione Teatro della Fortuna, Mario Perrotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ex2