Concorso in comune, le forti perplessità del Pd

partito democratico 2' di lettura Fano 16/11/2010 -

La vicenda che vede coinvolto l’Assessore al personale del Comune di Fano sta suscitando perplessità e dubbi nella città.



E’ vero: non ci sarà mai nessuna legge che vieterà ai parenti “stretti” di un Assessore in carica di presentarsi ad un concorso pubblico, ma ci sono leggi e regolamenti che impongono – per un concorso pubblico – all’Amministrazione comunale trasparenza e imparzialità nella selezione e nella composizione delle graduatorie. E’ in discussione semmai l’opportunità politica.

A tal proposito è forse utile ricordare che la maxi selezione per 51 posti di lavoro in Comune, bandita a ridosso delle scadenze elettorali, sollevò già allora i dubbi dell’opposizione fanese che sollecitò chiarimenti sulle modalità organizzative adottate dall’Amministrazione comunale, tanto che ci portò a presentare un’interrogazione consiliare. Allora si disse che in teoria predisporre un mega–concorso (3000 giovani partecipanti) appena prima delle elezioni regionali era formalmente corretto, ma nella pratica non fosse certo il massimo. Rispettiamo dunque i risultati delle selezioni: nonostante la bizzarria di vedere non uno ma ben due parenti “stretti” dell’Assessore alla prova finale del concorso (sui 71 ammessi alle selezioni, dei 235 partecipanti alle preselezioni), non abbiamo elementi concreti per sostenere che non siano state fin qui regolari; riteniamo però che occorra rispettare anche le migliaia di candidate e candidati ai quali quest’Amministrazione ha il dovere della chiarezza. Non ci si può per sempre trincerare dietro le parole di un dirigente comunale quando le domande che la gente pone non vogliono una risposta tecnica ma richiedono una risposta politica.

Infine non riusciamo a interpretare il silenzio di Sindaco e Giunta che in altre occasioni si sono poste a difesa immediata di consiglieri comunali o amministratori pubblici che non avevano un rapporto fiduciario quale dovrebbe essere quello tra Sindaco ed Assessore al personale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2010 alle 18:22 sul giornale del 17 novembre 2010 - 1092 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, giovanni maiorano, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/epV


Per essere strano è strano davvero, non c'è che dire.
Ma non è certo la prima volta che in Italia succede, o sbaglio?

I soliti polemici ... ma scusa è o non è
l'Assessore della Famiglia!
Dunque, nel pieno rispetto del proprio mandato, lui ci pensa e risolve i problemi della Famiglia ... opppsss .... ben inteso delle famiglie Fanesi ... ari opppsss (non di Cristian) ... quant'è fatica! .... delle Famiglie dei cittadini fanesi! ooooooohh




logoEV