IdV su centro commerciale: 'Il sindaco di tutti non ascolta il parere di nessuno'

Italia dei Valori 2' di lettura Fano 10/11/2010 -

Italia dei Valori sostiene tenacemente la serrata dei negozi proposta dai commercianti fanesi contro la variante al Prg nell’area dell’ex zuccherificio.



I nuovi spazi di vendita sono stati richiesti dalla società Madonna Ponte, proprietaria del terreno. Ma noi invitiamo tutti a riflettere e ci poniamo delle domande ben precise. Nei primi nove mesi di quest’anno 2324 lavoratori sono stati messi in mobilità solamente nella provincia di Pesaro e Urbino (di cui il 35,2% donne). Cio’ significa che anche per queste persone (come già per moltissime altre) sarà ancora piu’ difficile fare la spesa, comprare cibo, comprare vestiti e libri scolastici per i propri figli, pagare il mutuo e le bollette. Allattare e curare un bebè? Roba da ricchi, specialmente per le mamme che debbono ricorrere al latte in polvere. Pochissimi soldi, pochissimi consumatori. Quali e quante risorse economiche si avranno da spendere dunque nei centri commerciali? Come faranno ad essere cosi’ affollati? Nei primi nove mesi del 2010 il ricorso da parte delle aziende alla cassa integrazione straordinaria è aumentato del 352,8 % rispetto all’anno passato (solamente nella Provincia di Pesaro e Urbino). La verità è che il Vecchio Continente è diventato fin troppo vecchio e che i mercati che una volta garantivano solidità commerciale e finanziaria a molte delle nostre aziende ora non sono piu’ in grado di essere un punto di riferimento stabile.

Il Comune di Fano crede davvero che questo esercito di cassintegrati e di disoccupati si riverserà a fare compere in un nuovo centro commerciale? Ma c’è dell’altro. Nel periodo compreso tra gennaio 2008 e ottobre 2010 oltre 900 negozi hanno chiuso i battenti nella Provincia di Pesaro e Urbino (senza contare le attività che hanno presentato domanda di chiusura esercizio). E i posti di lavoro che si creerebbero in un nuovo centro commerciale? Ogni posto nella grande distribuzione ne “colpisce e affonda” tre nel piccolo commercio, sarebbe un gioco al massacro. Ma qui non giochiamo a battaglia navale! Nonostante tutto, tira dritto Aguzzi per costruire un grande centro commerciale nella zona dell’ex zuccherificio. Il sindaco di tutti sembra non ascoltare il parere di nessuno. C’era una volta un pifferaio magico, che con il suo flauto incantato strego’ tutti i bambini portandoli al fiume. E li affogo’ !!!!!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2010 alle 19:01 sul giornale del 11 novembre 2010 - 447 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, italia dei valori, centro commerciale, Idv Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ee4





logoEV