Il centro sinistra boccia la modifica delle graduatorie per le case popolari

Lega Nord Marche 1' di lettura Fano 29/10/2010 -

In seconda commissione, durante l’ultima convocazione per l’assestamento di Bilancio 2010, la maggioranza di centro sinistra ha bocciato un emendamento presentato dal consigliere Zaffini vice presidente di commissione per la Lega Nord e dal consigliere Zinni relatore per il PDL che prevedeva la modifica dell’art. 20 della L.r. 36/2005 e aveva lo scopo di introdurre il requisito di almeno 4 anni di residenza per concorrere all’assegnazione delle case popolari.



Ma il fatto più eclatante è che quasi tutti i componenti di maggioranza si sono dichiarati favorevoli al contenuto dell’emendamento ma nei fatti l’hanno comunque sonoramente bocciato. In questo momento economicamente difficile pensiamo che le case debbano essere assegnate prima ai nostri cittadini, ma questo purtroppo non avviene perchè gli attuali requisiti che la Regione Marche a guida centro sinistra richiede avvantaggiano quasi sempre gli extracomunitari anche se appena sbarcati nel nostro paese.

La lega Nord, con i suoi consiglieri Marangoni e Zaffini, non si scoraggia e ripresenterà in aula un emendamento ancora più esigente e giusto verso i nostri cittadini portando gli anni di residenza richiesti fino a 10 come 10% sarà la quota massima attribuibile del totale degli appartamenti disponibili.


da Roberto Zaffini
Consigliere Regionale Fratelli d'Italia-AN





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2010 alle 16:48 sul giornale del 30 ottobre 2010 - 429 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, roberto zaffini, Consigliere Regionale Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dRP





logoEV