Bompadre (OiC): 'Società Partecipate dai conti in rosso. Chi pagherà?'

2' di lettura Fano 28/10/2010 -

Partecipate in difficoltà. Secondo i dati pubblicati dagli organi di stampa, la situazione è peggiore del previsto: si parlava di 40mila euro di buco per la Geos ed invece ora si prevedono perdite per 200mila euro. Chi si accollerebbe tali perdite, l’Astea?



Come ho già scritto in altre occasioni, le società partecipate stanno navigando in acque molto agitate ormai da tanto, troppo tempo. E secondo i dati pubblicati dagli organi di stampa, la situazione è peggiore del previsto: si parlava di 40mila euro di buco per la Geos ed invece ora si prevedono perdite per 200mila euro. Chi si accollerebbe tali perdite, l’Astea? E questa dove “rastrellerebbe” i denari, aumentando le tariffe? Ricordiamo, inoltre, che deve rimborsare migliaia di cittadini osimani per un servizio di depurazione che non ha mai erogato. Dove batterà cassa? La Park’O sta meglio, ha dimezzato il deficit di bilancio da 200mila euro a 100mila, anche grazie all’aumento delle tariffe orarie dei parcheggi (del 20 per cento al centro e del 100 per cento nel maxiparcheggio).

E si sente così tanto in buona salute che decide di nominare amministratore delegato il già presidente Marco Magnoni, che oltre ad incamerare ben 20mila euro lordi con questo ulteriore incarico incrementerà di un ulteriore 50 per cento la sua busta paga. C’è chi viene messo in cassa integrazione e c’è chi viene nominato amministratore delegato. E cosa intende Magnoni quando dice che ha in mente delle idee per risollevare il deficit dell’azienda Park’O? Aumentare nuovamente le tariffe? Oppure “scremare” il personale, tanto per ricordare le “economie di scala” tanto care al sindaco Simoncini? E intanto il comune di Osimo dovrà adeguarsi a quanto previsto dalla Finanziaria, che prevede l’istituzione di una sola società partecipata, e allora lì ci sarà da ridere con tutti questi amministratori, i quali, oltretutto, non potranno battere cassa al sindaco (già costretto a svendere il patrimonio pubblico). Grazie per questo decennio di governo di liste civiche.

Simone Bompadre – Osimo in Comune






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2010 alle 17:15 sul giornale del 29 ottobre 2010 - 3091 letture

In questo articolo si parla di attualità, simone bompadre, osimo in comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dPA


Il consiglio che io dò a chi governa Osimo è il seguente: prima di fare fagotto e ritornare alla vita privata, rimettete tutto in ordine. E' troppo facile fare il bello ed il cattivo tempo e poi andarsene per i fatti propri come se nulla fosse accaduto. Il mio è un consiglio utile soprattutto a voi, fàtene buon pro.

ottimista

Commento sconsigliato, leggilo comunque

ottimista registrati (è gratis) e avrai tutti i commenti pubblicati :D

Da fonti comunali,la sorellina è già stata assunta in Comune a tempo indeterminato,ripeto da fonti comunali,non posso confermare perchè neanche la conosco,ma le voci sono queste,credo si chiami Silvia.

Dalle info sul mio profilo di Face-book riporto:

"Pollice verso ai raccomandati, protettori e clientoli, imbucati ed infiltrati, lecchini, viscidi, voltagabbana, ipocriti e vigliacchi, incapaci, gonfiati, già esplosi, politicanti ladri, palazzinari, corrotti e concussi, collusi, parassiti, scansafatiche, evasori, approfittatori, abusivi, falsi ed infingardi,................"

che mi sembra sia una logica continuazione di quanto scritto nel commento sconsigliato da 'ottimista' ed anche in quello molto chiaro ed incisivo da parte di 'Gramuglia Mauro'.
Che bella l'Italia, ed anche Osimo è proprio bello.
Forse solo ora capisco il vecchio detto locale, chissà se così ben interpretato:
"Osimo è bello, Castello è segreto, chi vuole i ladri vada a Loreto".
Così stante, Osimo è proprio bello. Che tristezza.