Il fratello di Borsellino a Osimo per parlare dell'Agenda Nera della 2° Repubblica

1' di lettura Fano 05/09/2010 -

IIl 22 Ottobre sarà ospite a Osimo del Circolo Culturale il Caffé Salvatore Borsellino fratello del giudice Paolo Borsellino, assassinato dalla mafia nel 1992, e parlerà del libro L'agenda nera della Seconda repubblica di Giuseppe Lobianco e Sandra Rizza.



Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo parlerà a Osimo il 22 ottobre del libro: "L'agenda nera" della seconda repubblica. La verità su via D’Amelio è ancora lontana perché è stata insabbiata. Un falso pentito ha retto ben sei processi e due sentenze della Suprema corte. Perché? Com’è possibile che investigatori considerati pilastri dell’antimafia abbiano dato credito a un’assurdità così clamorosa? Lo Bianco e Rizza ce lo raccontano fotografando questi ultimi 18 anni di complici mistificazioni. "L’agenda nera" si apre sul teatro della strage, ne ricostruisce i retroscena raccontandone, per la prima volta, le indagini, i processi, la fiera di dichiarazioni, ritrattazioni, arresti e minacce. E il ribaltone politico che ha portato alla nascita di Forza Italia. Fino alla nuova inchiesta di Caltanissetta che vede indagati alti ufficiali di polizia.


da da Circolo Culturale Il Caffé di Osimo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2010 alle 14:03 sul giornale del 06 settembre 2010 - 2405 letture

In questo articolo si parla di cultura, osimo, mafia, paolo borsellino, circolo culturale Il Caffé, sandra rizza, giuseppe Lobianco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bNY


Congratulazioni al Caffè per aver organizzato questo evento.<br />
E’una bella occasione questa per ascoltare una persona che ha la capacità di scuotere le coscienze più assopite, che vi farà vivere una tensione nuova dentro di voi, stati d’animo e sentimenti che vi daranno la forza di credere in un riscatto del nostro Paese, più vicino di quanto si possa pensare. Il mio consiglio è quello di partecipare, troverete una persona che, fatto raro da noi, riesce ad unire anziché alimentare nuove divisioni, in un momento nel quale occorre un impegno da parte di tutte le persone per bene che vogliono vivere in un Paese realmente libero.<br />

Mi congratulo anche io con il circolo culturale Il Caffè per avere invitato un personaggio di notevole spessore e che non molla la lotta che sta conducendo da 18 anni per far luce e far emergere la verità sulla strage di via D'Amelio,ci sarò senz'altro a seguire le parole di Salvatore.<br />
Chissà cosa penserà il buon Mercuri per questo illustre ospite!

E' una bella iniziativa, a cui ognuno non solo dovrà partecipare, ma fare anche partecipare.