Sant'Ippolito: al via l'unidicesima edizione di 'Scolpire in Piazza'

scolpire in piazza 2' di lettura 14/07/2010 -

Sant’Ippolito continua a portare avanti, nonostante le difficoltà di questo periodo, tutte le attività legate alla sua tradizione nella lavorazione della pietra arenaria. Qui un antico mestiere è stato rivitalizzato grazie al confronto con l’arte contemporanea, cercando di dare alla scultura su pietra un nuovo ruolo pubblico e sociale.



Dopo le prime dieci edizioni, “Scolpire in Piazza” 2010 punta al consolidamento della formula e a nuove collaborazioni. L’evento dedicato alla scultura su pietra, cerca di far coesistere proposta di qualità e riscontro nel pubblico, riportando l’arte nelle strade e nelle piazze del paese. Una sfida condotta dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con le Associazioni e le attività economiche del territorio e con gli Enti Pubblici che hanno contribuito alla realizzazione di un’iniziativa consolidata e apprezzata dal pubblico che fruisce di tante proposte artistiche in un luogo accogliente e in un’atmosfera informale. Fondamentale in questa nuova fase il riconoscimento ufficiale alla manifestazione da parte della Regione Marche. L’innovazione principale di questa edizione è la richiesta agli scultori invitati di presentare progetti che prevedessero l’utilizzo di altri materiali accanto alla tradizionale pietra arenaria. I quattro artisti, nei loro dieci giorni di residenza artistica a Sant’Ippolito, realizzeranno opere nelle quali la pietra arenaria sarà accostata a bronzo, acciaio e corten.

Grande apertura internazionale con tre scultori su quattro che vengono dall’estero. Gli scultori invitati all’edizione 2010 sono: Jörg Plickat (Germania), Masa Paunovic (Serbia), Nuta Doru (Romania) e Davide Febbo (Italia). Fin dal 2003 molte opere in pietra realizzate a Scolpire in Piazza sono state collocate in diversi centri delle Marche, contribuendo alla qualificazione degli spazi cittadini attraverso l’arte. Oggi sono 12 le opere in arenaria che costituiscono un itinerario di scultura contemporanea attraverso la regione e presto ne saranno installate altre. Sul territorio comunale di Sant’Ippolito ci sono 16 sculture anche qui con altre di prossima collocazione.

Mostre a Scolpire in Piazza 2010

Palazzo Bracci, residenza di uno degli ultimi scalpellini storici, è lo spazio per attività artistiche e culturali, i suoi tre piani offrono spazi per allestire tre mostre artistiche di sicuro interesse.

"CORSUCCI - SCULTURE PER L’URBANO", selezione dei lavori dell’artista romagnolo Umberto Corsucci che vanta una lunga esperienza e collaborazioni prestigiose.

"OPERE DALLE CLASSI DI SCULTURA DELLE ACCADEMIE DI BELLE ARTI DELLE MARCHE", selezione delle migliori opere realizzate dagli studenti delle classi di scultura delle Accademie di Urbino e Macerata. Alla mostra è legata l'attribuzione di due assegni di studio.

“SCOLPIRE IN FOTO”, gli scatti più significativi di un reportage collettivo sull’edizione 2009 di Scolpire in Piazza curato dal Fotoclub Fano. Selezione in video di altre immagini raccolte durante la manifestazione.

Informazioni www.scalpellini.org






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2010 alle 11:31 sul giornale del 15 luglio 2010 - 511 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, scultura, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abp





logoEV