PD: ex zuccherificio, allarghiamo il dibattito a tutta la città

partito democratico 2' di lettura Fano 29/05/2010 -

Il momento di difficoltà e di crisi in cui versa anche nel nostro territorio il settore economico legato all’edilizia mostra sviluppi preoccupanti per la nostra comunità e richiama le forze politiche alle proprie responsabilità sulle scelte urbanistiche di rilievo per tutta la nostra comunità.



Sicuramente le notizie su numerose Varianti al Piano Regolatore presentate al Comune di Fano soltanto appena un anno e mezzo dalla sua approvazione definitiva a ridosso della scadenza elettorale (Febbraio 2009), evidenziano il fallimento di una programmazione urbanistica slegata dai reali problemi che questo territorio avrebbe potuto presentare. Il PD non si sottrarrà certo alle proprie responsabilità nelle sedi istituzionali a tutti i livelli, laddove governa e dove è all’opposizione. E’ chiaro però che su scelte così importanti su un’area “risorsa” per la città e la vallata del Metauro, è necessaria sia una visione d’insieme sia una condivisione con tutti gli “attori” della vita economica della città. E’ scontato poi che l’apertura di un dibattito sulla variante all’ex zuccherificio avvenga con tutte le rappresentanze economiche sociali e professionali a partire dalla consulta economica. Crediamo che il processo di condivisione dovrà essere trasparente senza farsi prendere dalla fretta. Speriamo sin da subito però che il Sindaco e l’amministrazione ammettano il grave errore fatto in sede di approvazione definitiva del PRG, quando hanno accolto l’osservazione presentate dalla proprietà dell’area.

E’ lì che l’amministrazione ha sbagliato e non è stata in grado di cogliere che le scelte sull’area dell’ex zuccherificio dovevano essere proiettate sul futuro sviluppo della città di Fano e non sul suo passato. Siamo consapevoli e l’abbiamo denunciato più volte che aver sbagliato la scelta su quell’area strategica (di fatto “porta sud” di Fano) ha significato aver sbagliato in toto il PRG. Il PD lo denunciò ed oggi la città ne paga le conseguenze. Ammetta dunque il Sindaco l’errore strategico. E se davvero l’amministrazione vuole aprire il dibattito lo faccia con tutta la città, esca anche all’esterno delle sedi istituzionali, proponga il sindaco un consiglio monotematico per affrontare tutti i temi dell’urbanistica comprese le numerosissime varianti annunciate, oltre a quella dell’ex zuccherificio. Si trovi il modo di parlare anche con la cittadinanza. Si parta poi tenendo fermi alcuni concetti: qualità urbana, tutela dell’ambiente, occupazione e sviluppo economico. Nel merito entreremo in quelle sedi.


da Cristian Fanesi
segretario comunale PD




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2010 alle 16:05 sul giornale del 31 maggio 2010 - 481 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, cristian fanesi, zuccherificio