Milo de Angelis e Viviana Nicodemo: omaggio a Cesare Pavese a sessant'anni dalla sua scomparsa

milo de angelis 2' di lettura Fano 27/05/2010 -

Milo De Angelis, uno dei più importanti poeti contemporanei, insieme all’ attrice Viviana Nicodemo, ci condurrà all’interno dell’opera di Pavese. Venerdì 28 maggio alle ore 18:00 alla Sala Verdi del Teatro della Fortuna.



Un omaggio sentito ad un maestro del ’900, ad un autore che ha saputo come pochi altri cantare l’adolescenza. È una lettura che alterna la voce critica di Milo De Angelis, poeta da sempre legato a Cesare Pavese, e quella recitante di Viviana Nicodemo, attrice del Piccolo Teatro di Milano. Si tratta di un percorso attraverso l’opera dello scrittore piemontese, da Il mestiere di vivere (1935) a Lavorare stanca, ai racconti e romanzi che si susseguono fino al capolavoro La luna e i falò. Particolare attenzione viene prestata all’epistolario, dove emerge e viene messa a nudo l’anima di Pavese, e alle poesie degli ultimi anni, Verrà la morte e avrà i tuoi occhi, con la loro vibrante forza lirica. Il percorso si conclude con due Dialoghi con Leucò tra i più suggestivi, recitati a due voci, quello tra Orfeo e una Baccante e quello tra Calipso e Odisseo. La durata della lettura è di circa un’ ora.

Milo De Angelis è nato nel 1951 a Milano dove lavora come insegnante in un carcere. Ha pubblicato sei libri di poesia: Somiglianze (Guanda, 1976), Millimetri (Einaudi, 1983), Terra del viso (Mondadori, 1985) e, sempre per Mondadori, Distante un padre (1989), Biografia sommaria (1999), Tema dell’addio (2005; premio Viareggio).

Ha scritto un libro di saggi, Poesia e destino (Cappelli, 1982) e il racconto La corsa dei mantelli (Guanda, 1979). Ha tradotto dal francese (Racine, Baudelaire, Maeterlinck, Blanchot, Drieu La Rochelle) e dalle lingue classiche (Eschilo, Virgilio, Lucrezio, Antologia palatina, Claudiano). Le sue interviste sono state raccolte in Colloqui sulla poesia, a cura di Isabella Vincentini (La vita felice, 2008). Nel 2001 è uscita, presso Donzelli, Dove eravamo già stati, antologia della sua opera in versi. Nel 2008 tutte le sue poesie sono state raccolte in un Oscar Mondadori con introduzione di Eraldo Affinati.

Viviana Nicodemo dopo gli studi classici si diploma attrice presso la Civica Scuola d'Arte Drammatica Piccolo Teatro di Milano. L'esordio nel teatro di prosa è con M. Navone, M. Mezzadri, N. Garella, G. Sepe, S. Sequi, A. Zucchi, N. Mangano, W. Pagliaro. Dal 1995 si occupa di Arti visive partecipando a mostre fotografiche e d'arte contemporanea, tra cui Hic et Nunc a cura di A. Bertani con l'installazione Asclepiei.

Appassionata di poesia, ha fatto letture di numerosi poeti, tra cui Dante, Rilke, Bachmann, De Angelis. Ha di recente pubblicato i suoi scatti in Necessità dell'anatomia (Spirali), con testi poetici di Milo De Angelis, Mariella De Santis e Duilio De Rui.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2010 alle 17:47 sul giornale del 28 maggio 2010 - 2386 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, milo de angelis, viviana nicodemo, cesare pavese