Comitati: Wafer zoo perde la causa ed è condannata alle spese

viaggio da incubo a Zanzibar 1' di lettura Fano 27/05/2010 -

E’ stata depositata mercoledì, presso il Tribunale di Pesaro – Sezione distaccata di Fano, la sentenza che pone fine alla causa intentata da Wafer zoo S.r.l. nei confronti di Alfredo Sadori e Adriano Mei.



Con l’atto di citazione notificato il 02.07.2007, ricordiamo, la ditta, difesa da un noto studio legale pesarese, ha richiesto il risarcimento dei danni, quantificati nella iperbolica cifra di un milione di euro, conseguenti ad una presunta “campagna denigratoria e diffamatoria da parte del Coordinamento dei Comitati di difesa delle Valli del Metauro Cesano e Candigliano, che – aveva affermato l’accusa - con palese distorsione dei fatti (?!?) si oppongono alla realizzazione di una centrale a biomasse.

Con la sentenza depositata il Tribunale ha posto fine alla vertenza, ravvisando che i documenti contestati dalla ditta non hanno alcun tenore diffamatorio e non riscontrando alcun contenuto lesivo nel comportamento e nelle dichiarazioni dei due chiamati in causa. Per tale ragione ha respinto la domanda risarcitoria, ed ha condannato la Wafer zoo S.r.l. a rifondere le spese di lite ad Alfredo Sadori e Adriano Mei, assistiti in giudizio rispettivamente dall’Avv. Maria Raffaela Mazzi e dall’Avv. Valeria Mei.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2010 alle 18:43 sul giornale del 28 maggio 2010 - 570 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale, Coordinamento dei comitati per la difesa delle valli del Metauro, schieppe di orciano, sentenza