Scarpe contraffatte in casa, arrestato un senegalese

1' di lettura Fano 20/05/2010 - La tecnica era diversa da tutte le altre: microspedizioni internazionali che non davano nell'occhio. Così un senegalese di 31 anni riusciva ad aggirare i controlli della Guardia di Finanza e a smerciare in tutta la regione scarpe contraffatte. La Guardia di Finanza di Pesaro e gli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Fano però hanno scoperto il commercio illegale e lo hanno bloccato.

Nike e Hogan erano le marche preferite per lo spaccio ma non solo, il truffatore aveva "in catalogo" anche borse, costumi e sciarpe griffate Luis Vuitton. La Guardia di Finanza da tempo teneva sotto controllo l'attività del senegalese. L'uomo era solito ricevere pacchi direttamente a casa per poi smerciare il tutto nella zona. Il boom degli affari era previsto per l'estate.

In particolar modo le Fiamme Gialle si sono insospettite dopo la consegna di alcuni pacchi negli ultimi giorni. La guardia di Finanza ha dunque chiesto l’autorizzazione al magistrato per una perquisizione in casa dell'extracomunitario, scoprendo la merce. Lo scorso 19 maggio, il senegalese è stato processato per direttissima e condannato alla pena di 6 mesi di arresto e a una sanzione pecuniaria di 700 Euro.







Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2010 alle 16:42 sul giornale del 21 maggio 2010 - 720 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi, ancona, guardia di finanza, merce