Rapa: maggiore attenzione per i collegamenti con Torrette, Ponte Sasso e Marotta

navetta Fano 17/05/2010 - "E’ di pochi giorni fa la notizia “storica” che si è rotto un’incongruenza indecente e cioè che, per andare con un bus da Marotta a Senigallia, era necessario cambiare bus e fare un nuovo biglietto. Ora questa incredibile barriera è stata superata e bisogna dire bravo a chi l’ha rimossa".

Altrettanta attenzione, fin o ad oggi, non sembra esserci per la tratta “Fano-Torrette-Ponte Sasso-Marotta da parte di Adriabus o di chi ha il diritto - dovere di “predisporre efficienti collegamenti per ricercare le soluzioni migliori al fine di favorire la mobilità e la decongestione del traffico su gomma”. Infatti, se è vero che si sono organizzate riunioni nei vari quartieri di Fano, non mi risulta che altrettanta sensibilità e ascolto c’è stata per la parte sud di questo comune per ascoltare i cittadini e gli operatori. Si tratta di una popolazione di circa 15.000 abitanti che diventano circa 45.000 in estate.

E’ notorio che i collegamenti, soprattutto per la parte nella zona mare, sono inspiegabilmente carenti e limitatissimi nel tempo (solo per circa 30 giorni di altissima stagione). Ciò rende la “mobilità” dei turisti assolutamente impossibile e poco efficiente con ripercussioni molto negative sia per le attività commerciali che per coloro i quali potrebbero avere la curiosità di conoscere il nostro territorio senza utilizzare i propri mezzi consapevoli di avere enormi difficoltà di movimento in strade e parcheggi inadeguati e/o carenti. Credo quindi che un confronto con i responsabili dei mezzi pubblici e gli abitanti ed operatori della zona sud di Fano sia assolutamente auspicabile e urgente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2010 alle 19:54 sul giornale del 18 maggio 2010 - 693 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, marotta, autobus, Bruno Rapa, navetta, trasporto