Erosione marina, D'Anna: riconoscere il problema come una delle principali priorità regionali

mareggiata a metaurilia Fano 15/05/2010 - Mozione del consigliere regionale Giancarlo D'Anna riguardo il problema dell'erosione marina.

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE MARCHE

Preso atto: dei continui e pesanti fenomeni climatici che determinano una forte erosione della costa; che l’economia locale del litorale marchigiano viene periodicamente posta alla prova in conseguenza della distruzione delle infrastrutture turistiche; che in alcuni casi l’erosione pone a rischio la viabilità stradale e ferroviaria; che il fenomeno riguarda vari tratti del litorale marchigiano tra cui in particolare la zona Sassonia del comune di Fano e le spiagge di Marotta di Mondolfo che presenta aspetti di vera emergenza;

IMPEGNA la Giunta regionale ad:

1) attivare tutte le azioni necessarie per fronteggiare nell’immediato la situazione di emergenza, anche attraverso la dichiarazione di calamità naturale;

2) riconoscere il problema dell’erosione marina come una delle principali priorità regionali, destinando quindi a tal fine, adeguate risorse finanziarie nei prossimi bilanci;

3) elaborare un programma di intervento strutturale coinvolgendo le amministrazioni locali interessate, che organicamente risolva progressivamente e definitivamente tale problema, attraverso soluzioni adeguate rispetto ad esperienze passate che si sono rivelate inefficaci, che siano rispettose dell’ambiente, preceduto anche alla progressiva rimozione delle cause dell’erosione;

4) attivarsi presso il Governo nazionale e l’Unione europea affinché garantisca risorse finanziarie aggiuntive a quelle regionali per sostenere la realizzazione del programma di salvaguardia del litorale marchigiano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2010 alle 16:30 sul giornale del 17 maggio 2010 - 482 letture

In questo articolo si parla di fano, erosione, politica, marotta, mare, Popolo delle Libertà, Giancarlo d'anna, mareggiata, metaurilia


La comunità surfista di Cattolica, Pesaro, Fano, Marotta e Senigallia, unita nell'appello ad un'apertura alle più moderne tecniche di salvaguardia delle coste! Un gruppo su Facebook sempre più numeroso propone soluzioni alternative allo stravolgimento del paesaggio con le scogliere emerse, unita alla possibilità di sviluppo di una pratica sportiva che vive un vero e proprio boom!<br />
I dettagli sul gruppo di Facebook: Niente più scogliere ma reef artificiali<br />
Link: <br />
http://www.facebook.com/#!/group.php?gid=325148730543<br />
<br />
Grazie per l'attenzione!