Aggressione in treno: i sindacati scrivono al prefetto

tamponamento treno ancona 1' di lettura Fano 10/05/2010 - Dopo l'aggressione ai danni controllore da parte di un 21enne straniero, i sindacati del reparto ferrovia, Cgil, Cisl e Uil lanciano un appello al prefetto.

Queste OO.SS. intendono con la presente denunciare l’ennesima aggressione fisica ai danni di un Capotreno dipendente dalla Direzione Regionale Marche di Trenitalia s.p.a..

Ad oggi le scriventi Segreterie Regionali giudicano insufficienti i provvedimenti che la società Trenitalia s.p.a. ha messo in atto per prevenire e arginare il verificarsi di tali fenomeni criminosi.

Nel ritenere che la situazione sia diventata insostenibile, con la presente chiedono che possano essere messe in atto iniziative efficaci e durature atte a tutelare la sicurezza e l’incolumità dei lavoratori del Trasporto Ferroviario che sempre più spesso si trovano, da soli, a fronteggiare fenomeni di criminalità sempre più frequenti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2010 alle 22:44 sul giornale del 11 maggio 2010 - 507 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cisl, uil, tamponamento treno ancona