IdV: TIA ed ASET, perchè devono pagare sempre i cittadini?

Italia dei Valori Fano 23/04/2010 - "Mentre la giunta si aumenta di 27.000 € i suoi “ compensi”, la Tia(tariffa rifiuti) viene aumentata del 7,5% adducendo la giustificazione del maggior costo dovuto all’ampliamento della raccolta differenziata".

Ma crediamo invece, concordando con le dichiarazioni di Bene Comune, che l’aumento serva solo a prelevare dalle tasche dei cittadini i soldi necessari al pagamento dell’ecotassa che il Comune ogni anno deve versare alla regione per il mancato raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata imposti dalla comunità europea. Questa Amministrazione manca di coraggio rimanendo con i piedi in più staffe senza scegliere la raccolta differenziata come unico metodo di raccolta che porterebbe benefici in termini di maggior durata della discarica, di recupero e riciclaggio dei rifiuti, in particolare la plastica e la carta. Non si ha coraggio ha cambiare la tecnologia del trattamento dei rifiuti che sono ormai una risorsa e non un problema da sotterrare solamente. Si aumenta la tia dicevamo ma non vengono per niente prese in considerazione nella discussione di bilancio di questi giorni le implicazioni della sentenza della Corte Costituzionale che stabilisce che la TIA è una tassa, e quindi l’IVA non è dovuta. Siamo sorpresi inoltre dalle parole dell’Assessore Severi che dichiara ai giornali che per le famiglie non cambierà nulla in quanto l’IVA dovranno pagarla comunque o al comune o ad ASET.


Riteniamo queste parole fuorvianti e lesive del diritto al rimborso che i cittadini godono alla luce della sentenza della Corte Costituzionale e sembrano nascondere un intento di rivalsa nei confronti dei cittadini che si avvarranno dell’istituto del rimborso. Ci auguriamo che non sia così. Le maggiori associazioni di consumatori e IDV Fano invitano i cittadini a chiedere ad ASET il rimborso dell’IVA indebitamente pagata dalla sua istituzione ad oggi. Sui siti di CODACONS e di ALTROCONSUMO e sul sito www.italiadeivalorifano.it possono essere scaricati i moduli per chiedere il rimborso ad ASET dell’IVA non dovuta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2010 alle 18:07 sul giornale del 24 aprile 2010 - 617 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, italia dei valori, idv, Idv Fano, tassa