Elettrosmog, e la delocalizazzione delle antenne?

Comitati anti-elettrosmog Fano 11/04/2010 - Ritenuta dai Comitati anti-elettrosmog soddisfacente ma interlocutoria la riunione con l’Assessore all’Ambiente.

Si è svolto giovedì della scorsa settimana il programmato incontro con l’Assessore all’Ambiente Giovanni Maiorano e i portavoce dei Comitati “storici” anti-elettrosmog di San Lazzaro, La trave e della Fornace (Panaroni, Pangrazi e Pennacchini). Era presente anche il Dott. Luciano Benini, il tecnico dell’Arpam di Pesaro che ha curato a suo tempo la mappatura dei siti idonei per la installazione di impianti di telefonia mobile e lo studio per la determinazione delle distanze minime dalle linee elettriche: indicazioni recepite entrambe in PRG dall’Amministrazione Comunale. La mancanza di notizie precise sull’esito della delocalizazzione degli impianti è stata fortemente criticata dai Comitati. Per le antenne ubicate al Campo sportivo di Borgo Metauro (sito “vietato”), malgrado la disdetta data ai gestori da parte dal Comune (proprietario dell’impianto sportivo) è stata espressa dal Comitato di San Lazzaro l’amarezza di dover constatare la situazione di stallo, dopo che per anni si era attesa la scadenza contrattuale del contratto per la definizione dell’annosa vicenda.


Ciò malgrado che gli uffici comunali stiano lavorando per l’individuazione di altro sito idoneo, i tempi si stanno allungando oltre ogni limite suscitando nuove proteste. Analoga sorte e analoghe attese per quello che attiene le antenne ubicate al Circolo Tennis della trave e, con qualche differenza, per quelle installate in via della Fornace. Per risposte più precise, passando dalle ipotesi di soluzione a veri e propri progetti, si è convenuto di programmare fin d’ora una prossima riunione (entro 30 giorni). l’Assessore all’Ambiente si è impegnato a presentare adeguate soluzioni per i tre casi in esame, con l’intendimento di indire per le scelte più adeguate una apposita “conferenza dei servizi” con la presenza di tutti i soggetti interessati alla soluzione della vertenza.

All’Assessore all’Ambiente è stato anche chiesto di riprendere quelle attività, già parzialmente sperimentate, per coinvolgere i giovani, attraverso le scuole, per una corretta informazione sui temi ambientali del nostro territorio: non solo elettrosmog, quindi, ma anche amianto, polveri sottili, rifiuti, ecc.. La richiesta ha destato interesse anche per il suo valore educativo, per cui è auspicabile, attenderne favorevoli sviluppi.


da Comitati anti-elettrosmog
San Lazzaro, Trave e Via della Fornace




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2010 alle 18:02 sul giornale del 12 aprile 2010 - 2791 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Comitati anti-elettrosmog San Lazzaro, Trave e Via della Fornace, comitati anti-elettrosmog, elettrosmog





logoEV
logoEV